“I giapponesi impazziscono per Rossini ma anche per Rossi”. Parola del Dottore

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Il sindaco di Pesaro Matteo Ricci ha appena siglato il gemellaggio tra la sua città e Kakegawa: un’alleanza nel segno di Gioacchino Rossini e di Valentino Rossi. E che il Dottore ha deciso di “benedire” con un videomessaggio.

Motori e musica: sono questi – ha spiegato lo stesso Ricci – i due perni dell’amicizia tra due realtà così lontane eppure in qualche modo affini: la città roccaforte della Yamaha (museo del gruppo più fabbriche di pianoforti, poco distanti da quelle delle moto) e il Giappone.

Ecco perché il primo cittadino di Pesaro ha voluto recapitare il cappellino giallo targato VR46 – con dedica ad hoc del nove volte campione iridato delle due ruote – nelle mani di Saburo Matsui. Come accennato, sugli schermi del municipio nipponico si è palesato anche il videomessaggio del Campione di Tavullia (in inglese, dopo il saluto in italiano): “Ciao a tutti, congratulazioni per il gemellaggio: mi sento legato ad entrambe le città. Pesaro è molto vicina al luogo dove sono nato e Kakegawa è vicina al luogo di nascita della mia M1”. Ricci, con fascia tricolore al petto e cappello da fan di Vale in testa, conferma: i giapponesi “Impazziscono per Rossini ma anche per Rossi – ha detto – . L’ho verificato quando ho tirato fuori il materiale che Vale ha firmato per loro…”.

All’interno della Yamaha Factory di Kakegawa, Ricci ha discusso a lungo con il numero uno di Yamaha Motor, il presidente e Ceo del gruppo Hiroyuki Yanagi: “Gli ho parlato del nostro disegno sulla terra dei piloti e dei motori: ha mostrato grande interesse”, ha raccontato Ricci dal Giappone. “L’azienda incarna musica e moto su scala planetaria: due ambiti che combaciano con gli asset su cui noi abbiamo puntato in chiave turistica”. Proprio a partire da qui, ha aggiunto, “abbiamo condiviso l’idea di sviluppare insieme un progetto capace di tenere insieme le due dimensioni: andremo avanti, l’incontro è stato molto costruttivo”.