Valentino Rossi: “Parteciperò alla 8 Ore di Suzuka”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Yamaha vorrebbe vedere Valentino Rossi partecipare alla 8 Ore di Suzuka 2017, ma a quanto pare il Dottore non la considera una buona idea, nonostante la sua vittoria nel 2001 ai tempi della Honda. Il progetto potrebbe avverarsi dopo il suo addio al Motomondiale previsto al termine del 2018.

Da due anni a questa parte la casa di Iwata ha trionfato al prestigioso evento, uno degli avvenimenti sportivi più importanti del Giappone, grazie alla partecipazione di Pole Espargaro, Bradley Smith e Katsuyuki Nakasuga nel 2016, quest’anno con Alex Lowes al posto di Smith. Ma dal prossimo anno Smith ed Espargaro saranno piloti KTM e Yamaha dovrà trovare dei degni sostituti per fare il tris alla 8 Ore di Suzuka che nel 2017 compirà 40 anni.

Rossi alla 8 Ore di Suzuka nel 2019?

“La gara è molto importante per noi e saremmo molto lieti se potessimo vincere con Valentino la 40esima edizione”, ha dichiarato recentemente Eric de Seynes, Chief Operating Officer di Yamaha Europa, in una conversazione con MCN. Ma la proposta d’intenti non trova d’accordo il nove volte campione del mondo, che preferisce focalizzare l’attenzione sulla stagione MotoGP e non prendere rischi, anche a causa dell’età. “Mi piace molto questa gara e sarei felice di partecipare di nuovo con la Yamaha. Ma il problema è che non lo farò nel corso di una stagione in MotoGP. Forse, se mi fermo…”.

Di certo nei prossimi anni, forse già a partire dal 2019, Valentino Rossi ripagherà la fiducia della Yamaha con la sua partecipazione alla 8 Ore di Suzuka: “Sono troppo vecchio – ha confessato il Dottore -. Abbiamo abbastanza tempo per parteciparvi. Poiché la gara si svolge durante i dieci giorni liberi tra la prima e la seconda metà della stagione, quando si va in vacanza. Quindi, se si spende questa settimana a Suzuka significa sottoporre fisico e mente a grande stress che si pagherà magari nella seconda metà della stagione”. Ma assicura: “Forse parteciperò quando avrò finito la mia carriera. Mi piacerebbe riprovarci con la Yamaha, perché è una grande gara”.