L’avvocato di Michael Schumacher: “Non può camminare nè reggersi in piedi”

Michael Schumacher
Michael Schumacher (©getty images)

L’avvocato di Michael Schumacher ha parlato in tribunale per conto della famiglia che ha querelato una rivista. Il pluricampione tedesco non è in grado di camminare neppure con l’aiuto degli specialisti che lo seguono quotidianamente nella sua villa in Svizzera.

Michael Schumacher non sembra riuscire a fare passi avanti dopo il terribile incidente sugli sci rimediato il 29 dicembre 2013, sulle Alpi francesi. Da allora è iniziato un lungo calvario per il 47enne ex pilota di Formula 1, sette volte campione del mondo, lasciano il mondo dello sport con il fiato sospeso da da circa tre anni. A fare chiarezza sulle sue condizioni di salute è il suo avvocato Felix Damm che, per contro della famiglia di Schumi, ha querelato una rivista che ha pubblicato un articolo in cui sostiene che Michael sia in grado di camminare.

Secondo il legale l’ex ferrarista “non può camminare” e non riesce nemmeno a reggersi in piedi con l’aiuto degli specialisti che lo seguono. La famiglia del tedesco ha deciso di adire le vie legali per tutelarne la privacy e la sentenza sul caso è attesa a ottobre. Tempo fa la portavoce Sabine Kehm aveva dichiarato in seguito ad un altro articolo troppo invasivo: “Tale speculazione è irresponsabile, perché data la gravità delle sue ferite la privacy è molto importante per Michael. Purtroppo anche dare false speranze a molte persone coinvolte è speculazione”.