F1 GP Singapore: ordine d’arrivo. Vince Rosberg, super Vettel

F1 GP Singapore 2016
F1 GP Singapore 2016 (©Getty Images)

Si è concluso l’atteso Gran Premio di Singapore 2016 di F1. A vincere è Nico Rosberg, partito dalla pole e capace di avere la meglio su un arrembante Daniel Ricciardo.

Il pilota della Mercedes, adesso leader del campionato, arriva sul traguardo con meno di mezzo secondo di vantaggio sul rivale della Red Bull. Completa il podio Lewis Hamilton, alle prese con alcuni problemi all’impianto frenante e non in grado di fare più di così.

Dietro al campione del mondo in carica le due Ferrari. Kimi Raikkonen è quarto e autore di una corsa consistente. Bravissimo Sebastian Vettel, quinto e partito dall’ultima posizione in griglia. Grande rimonta del tedesco, che precede Max Verstappen e Fernando Alonso.

F1 GP Singapore 2016: ordine di arrivo

1 Nico Rosberg Mercedes 01.52.521 61
2Daniel Ricciardo Red Bull +0″488
3 Lewis Hamilton Mercedes +8″038
4 Kimi Raikkonen Ferrari +10″219
5 Sebastian Vettel Ferrari +27″694
6 Max Verstappen Red Bull +71″197
7 Fernando Alonso McLaren+89″198
8 Sergio Perez Force India+111″062
9 Daniil Kvyat Toro Rosso +111″557
10 Kevin Magnussen Renault+119″552
11 Esteban Gutierrez Haas +1 giro
12 Felipe Massa Williams +1 giro
13 Felipe Nasr Sauber +1 giro
14 Carlos Sainz Toro Rosso +1 giro
15 Jolyon Palmer Renault +1 giro
16 Pascal Wehrlein Manor+1 giro
17 Marcus Ericsson Sauber +1 giro
18 Esteban Ocon Manor +2 giri

F1 GP Singapore 2016: il racconto della gara

1/61 – In partenza Rosberg tiene la posizione davanti a Ricciardo ed Hamilton, parte male Verstappen che perde posizioni. Mentre Raikkonen riesce a mettersi al quarto posto. Ma a causa di un incidente che ha coinvolto Hulkenberg, toccato da un collega, la safety-car ha dovuto subito intervenire in pista.

2/61 – I vari team sfruttano l’occasione per rientrare ai box e cambiare pneumatici.

3/61 – La gara è ripresa normalmente. La classifica dei primi 10 è: Rosberg, Ricciardo, Hamilton, Raikkonen, Alonso, Kvyat, Sainz, Verstappen, Massa, Magnussen. Vettel è 17°.

5/61 – Rosberg prova la fuga e aumenta il suo vantaggio su Ricciardo. Hamilton non riesce a stare attaccato all’australiano e deve badare a un Raikkonen che lo tallona. Vettel passa Ocon ed è 16°, poi fa lo stesso con Wehrlein e si porta al 15° posto.

7/61 – Rosberg ha circa 2″5 di vantaggio su Ricciardo, che a sua volta ne ha oltre 3 su Hamilton. Raikkonen sempre vicino al campione del mondo in carica. Grazie al pit-stop di Sainz, obbligato dalla sporgenza di un elemento sulla vettura, Vettel riesce a portarsi al 14° posto.

10/61 – Rosberg ha 4″ di vantaggio su Ricciardo, continua a guadagnare. Hamilton è a 2″6 dall’australiano.  I due piloti Mercedes hanno gomme ultrasoft, mentre il driver Red Bull supersoft. Raikkonen si è staccato da Hamilton, ma è saldamente quarto. Alonso è infatti distante 8″. Dietro lo spagnolo duello Kvyat-Verstappen. Vettel è 13° e non riesce a superare la Sauber di Nasr.

13/61 – Rosberg ha 6″ su Ricciardo, 9″ su Hamilton, 12″ su Raikkonen e 22″ su Alonso. Al termine del giro si ferma Verstappen, che monta nuovamente gomme supersoft.

14/61 – Vettel è 11°, ha passato Nasr. Si ferma Alonso, che toglie le ultrasoft e monta le supersoft. E così Vettel passa 10°. Lo spagnolo rientra 13°, ma passa subito Wehrlein e si mette ad inseguire Nasr. Verstappen è

15/61 – Ricciardo e Hamilton ai box. L’australiano monta altre supersoft, mentre l’inglese le soft.

16/61 – Rientra Rosberg, soft anche per lui. Raikkonen momentaneamente in testa alla gara. Vettel si ritrova 8° e non è ancora rientrato, ha le soft.

17/61 – Sosta per Raikkonen, monta le supersoft e torna in pista quarto.

18/61 – Vettel è 7°, con Perez e Gutierrez davanti e vicini.

19/61 – Duello durissimo tra Kvyat e Verstappen per la nona posizione. Davanti a loro, a circa 3″, c’è Alonso.

20/61 – Rosberg ha 6″ di margine su Ricciardo, 11″ su Hamilton e 14″ su Raikkonen. Poi ci sono Perez e Vettel, entrambi su gomme soft ancora da cambiare. Alonso è a 4″ dal tedesco.

21/61 – Grandi tempi di Raikkonen, che è a 2″5 da Hamilton.

25/61 – Raikkonen è a 1″3 da Hamilton. Vettel si è fermato ai box, intanto, ed ha sostituito le soft con le superosft. Rientra 13° dopo aver avuto la meglio sulla Sauber di Nasr.

26/61 – Raikkonen a meno di 1″ da Hamilton. E intanto ha fatto la posta pure Perez, che rientra proprio dietro a Vettel e davanti a Nasr.

28/61 – Vettel salta Gutierrez e Sainz, adesso è 10°. Nuova sosta per Verstappen nel mentre. E anche Sainz rientra.

29/61 – Raikkonen pressa Hamilton. Intanto Vettel è 8°, grande rimonta la sua.

30/61 – Giro record per Vettel, che riesce a recuperare ben 3″ su Magnussen.

31/61 – Rosberg comanda con 4″5 su Ricciardo e oltre 13 su Hamilton, sempre tallonato da Raikkonen.

32/61 – Verstappen passa Perez ed è 10°. Adesso ha davanti Gutierrez a pochi decimi. Dal box Mercedes intanto hanno più volte fatto sapere ai loro piloti che bisogna gestire le difficoltà dell’impianto frenante surriscaldato.

33/61 – Ricciardo entra al box e monta le gomme soft, per arrivare probabilmente fino alla fine. Rientra quarto, dietro ad Hamilton e Raikkonen. E il finlandese intanto riesce a passare il rivale della Mercedes. Errore dell’inglese e il driver Ferrari ne approfitta per mettersi davanti.

34/61 – Rosberg e Raikkonen si fermano. Entrambi con gomme soft, concluderanno così la gara. Stessa strategia di Ricciardo. Ora Hamilton in testa davanti al compagno. Ricciardo torna 3° e Kimi è 4°.

35/61 – Sosta pure per Hamilton, che monta soft e rientra dietro a Raikkonen. Il campione in carica ha perso la posizione sul ferrarista.

36/61 – Vettel è 5° dopo aver passato Kvyat.

41/61 – Hamilton cerca di recuperare su Raikkonen, ci sono circa 4″ tra loro.

42/61 – Vettel rientra al box, monta a sorpresa ancora le ultrasoft e non le supersoft. E’ 6° davanti ad Alonso.

45/51 – Verstappen è rientrato per una sosta e monta le soft, perché ha utilizzato le altre coperture supersoft e ultrasoft. Scelta obbligata. E intanto Vettel è 5° incredibilmente. Che rimonta!

45/51 – Alla fine del giro si ferma Hamilton e monta le supersoft. Nel mentre Ricciardo si avvicina a Rosberg, il gap è di 3″2.

46/61 – Risponde Raikkonen rientrando al box e montando le ultrasoft. Al ritorno in pista Hamilton è davanti, ma il finlandese ha una mescola più morbida.

47/61 – Ricciardo al box, monta supersoft.

48/61 – Rosberg resta in pista e rischia fortemente di perdere la vittoria.

52/61 – Ricciardo guadagna circa 2″5 al giro su Rosberg. Hamilton intanto è terzo, con Raikkonen a 2″2.

53/61 – Rosberg ha 13″3 su Ricciardo ora.

56/61 – Raikkonen è a 1″2 da Hamilton.

57/61 – Ricciardo è a 5″2 da Rosberg. Vettel saldamente 5°, davanti a Verstappen e Alonso.

59/61 – Meno di 4″ il gap tra i primi due della corsa.

60/61 – Ci sono 2″5 tra Rosberg e Ricciardo. Hamilton intanto ha preso del margine su Raikkonen ed è sicuro al 3° posto.

61/61 – Ricciardo recupera ancora è arriva a meno 1″ da Rosberg. Il tedesco ce la fa e vince il Gran Premio di Singapore per 4 decimi sull’australiano! Terzo Hamilton, davanti alle Ferrari di Raikkonen e Vettel.