Ranch Tavullia: parte la seconda edizione del VR46 Camp

(photo Facebook)
(photo Facebook)
Valentino Rossi conferma il suo ruolo di gran maestro delle due ruote e apre la seconda edizione del VR46 Camp dedicato ai piloti asiatici, un’opportunità per alcune giovani promesse in un evento realizzato in collaborazione con Yamaha Motor Co., Ltd. e la VR46 Riders Academy.

Dopo la prima esperienza al Motor Ranch di Tavullia i cinque piloti asiatici, con un nuovo arrivato, potranno far tesoro dell’esperienza pluridecennale di Valentino Rossi e altri campioni per raccogliere consigli utili da seminare nella loro carriera, oltre a potersi confrontare con giovani promesse italiane e in una struttura “corsaiola” privata tra le migliori al mondo. Il VR46 Camp ha preso il via sulla pista di flat insieme al pluricampione della specialità Marco Belli, per questo soprannominato ‘Re della Sabbia’, che ha mostrato ai corridori in erba i fondamentali nell’uso di frizione e acceleratore.

Dopo la tradizionale pausa pranzo, gli allievi sono tornati sulla pista di sterrato ancora una volta sotto l’egida di Marco Belli, focalizzando l’attenzione sulla postura in sella e sul corretto uso degli arti, gambe soprattutto, nell’affrontare le curve in derapata. Ad impressionare come approccio iniziale è stato il nuovo arrivato, Apiwat Wongthananon, che commenta: “Un primo contatto positivo, ho provato a guidare questo tipo di moto per me nuova e cercato di sviluppare il mio stile di guida, domani farò un ulteriore passo in avanti”.