Valentino Rossi aiuta i terremotati, all’asta Yamaha R1 unica al mondo

photo by @Charitystars.com
photo by @Charitystars.com

Valentino Rossi mette all’asta il cupolino della sua Yamaha M1 e una R1 con livrea MotoGP 2016 in favore dei terremotati del Centro Italia colpiti dal sisma lo scorso 24 agosto.

Il Gran Premio di Misano ha deciso di rendere omaggio ai terremotati del Centro Italia mettendo all’asta dei cimeli donati dai piloti nel corso del week-end a San Marino. L’asta è promossa da Misano World Circuit Marco Simoncelli e il ricavato verrà versato sul conto corrente aperto dalla Regione Emilia-Romagna.

All’asta una R1 special e il cupolino della M1

Basta collegarsi al portale Charitystars.com per ammirare e fare un’offerta per accaparrarsi il cupolino della Yamaha YZR-M1 di Valentino Rossi o una R1 in livrea MotoGP autografata dal campione di Tavullia. L’iniziativa fa parte del programma KiSS Misano-Keep it Shiny and Sustainable per la promozione della sostenibilità sociale e ambientale del settore motociclistico. Secondo regolamento l’aggiudicatario verrà avvisato tramite email.

La base d’asta per la Yamaha YZF-R1 2016 in livrea replica “Movistar Yamaha MotoGP 2016” #46 è di 25mila euro, ma siamo pronti a scommettere che la cifra da qui a due settimane, quando si concluderà il rilancio del prezzo, salirà ben oltre tale cifra. Infatti si tratta di un pezzo unico non in commercio: presenta un motore crossplane da 998 cc, a 4 cilindri, da 200 CV, sistemi evoluti di controllo elettronico; IMU a 6 assi con 3 giroscopi e 3 accelerometri per dati 3D sul movimento; Traction Control/Slide Control in base all’angolo di piega; Lift Control e Launch Control; ABS/Unified Brake System sensibili all’angolo di piega; telaio Deltabox in alluminio a interasse corto; forcellone con capriata di rinforzo/telaietto in magnesio; cerchi in magnesio e serbatoio in alluminio; strumentazione LCD Thin Film Transistor (TFT).

La moto è stata firmata da Valentino Rossi che a Misano ha chiuso il GP in seconda posizione, beffato nelle fasi finali da Dani Pedrosa, ritornato alla vittoria dopo circa un anno di digiuno. Un secondo posto che non toglie prestigio al pilota pesarese della Movistar Yamaha, ancora in corsa per il titolo iridato quando mancano cinque gare al termine del Motomondiale 2016. Per il cupolino autografato della sua M1, invece, la base d’asta è di 5.000 euro. Avanti signori, chi può faccia la sua offerta.