Valentino Rossi Jorge Lorenzo
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Il sorpasso di Valentino Rossi su Jorge Lorenzo a Misano ha creato qualche discussione. In particolare lo spagnolo si è lamentato dell’aggressività del compagno-rivale.

Nella conferenza stampa post-gara c’è stato un battibecco tra i due piloti. La maggior parte dell’opinione pubblica e degli addetti ai lavori è schierata dalla parte del Dottore. Non si tratta di una questione di simpatia o di tifo, bensì di regolamento. L’overtake del nove volte campione del mondo è stato deciso, ma tutt’altro che scorretto. La lamentela del campione in carica MotoGP è sembrata più che altro il frutto di uno sfogo dovuto al nervosismo di essere arrivato dietro al team-mate, oltre che a Daniel Pedrosa, dopo essere partito dalla pole position. Frustrazione mal scaricata da parte del maiorchino.

Mike Webb commenta il sorpasso Rossi-Lorenzo

Mike Webb, direttore di gara, è stato interpellato da Marca per commentare quanto avvenuto a Misano. Queste le sue parole, sia sul sorpasso Rossi-Lorenzo che su quello Pedrosa-Rossi: “Sono stati completamente normali. In entrambi, il pilota ha preso l’interno della curva e anche l’altro ha provato a farlo, ma non ha potuto perché c’era l’altra moto lì. Non c’è problema in questo. Se uno va direttamente dove c’è un altro pilota e gli tocca la moto, è completamente diverso. Però superare all’interno un altro pilota credo sia la maniera con cui qualsiasi pilota al mondo supera un altro”.

La Race Direction già durante la gara non aveva ritenuto che l’episodio fosse meritevole di particolari approfondimenti o addirittura di sanzioni. Adesso il parere di Mike Webb smentisce definitivamente l’opinione di Jorge Lorenzo. Il direttore di gara ha anche aggiunto: “Tutti i sorpassi sono stati fatti in curve molto strette, perché è il luogo dove è più facile passare. Per questo lo fanno lì. Non c’è stato alcun problema”. Valentino Rossi completamente scagionato da ogni accusa del compagno-rivale.