F1, Bernie Ecclestone: “Il miglior pilota è Prost”

Bernie Ecclestone
Bernie Ecclestone (©Getty Images)

Bernie Ecclestone riesce sempre a fare notizia quando apre bocca per un’intervista: stavolta a suscitare commenti e polemiche è la sua assoluta preferenza per Alain Prost come miglior pilota di tutti i tempi.

Dopo aver ceduto la Formula 1 nelle mani della Liberty Media, colosso americano della comunicazione con a capo John Malone, Bernie Ecclestone resterà nell’orbita del Circus per altri due o tre anni. Quindi dovremo ancora abituarci a certe sue dichiarazioni “impossibili” che, bisogna però ammettere, sanno calamitare l’attenzione mediatica sul mondo della F1. In un’intervista rilasciata a Eddie Jordan per Top Gear l’85enne patron non ha avuto esitazioni: “Se mi chiedete chi sia stato il miglior pilota direi Prost”.

Il pilota francese ha conquistato quattro titoli mondiali, contro i sette di Michael Schumacher, ma Ecclestone offre anche una spiegazione alla sua scelta: “Michael aveva molto a suo favore, il gruppo di monitoraggio, un altro pilota del team. Per un po’ era lo stesso con Senna. Mentre Prost non ha mai avuto questo lusso. Ha sempre avuto concorrenza… Se confrontiamo tutti probabilmente dobbiamo scegliere Prost”.

L’Oriente e i contatti Mercedes-Ferrari

Nella medesima intervista a Top Gear il magnate britannico afferma di non voler essere riconosciuto come un uomo d’affari di successo, né come un visionario, pur avendo portato le gare del calendario in Bahrein, Abu Dhabi, Singapore e Baku: “Non dimenticate che ho iniziato a guardare la Cina molto tempo fa, prima che si svolgesse una di queste gare. Ho sempre guardato verso Oriente, invece che ad Ovest. La gente diceva che ero completamente pazzo, ma sono stato tanto felice quando tutto è andato così bene”.

Il boss della Formula 1 ha nuovamente ipotizzato l’ipotesi di una collaborazione sottobanco tra Mercedes e Ferrari: “Non credo che non sono mai stati così vicini. Credo che volevano vedere la Ferrari un po’ più competitiva, per battere meglio le altre squadre sulla griglia di partenza e la Ferrari era contenta di ricevere le informazioni che hanno ottenuto – ha concluso Bernie Ecclestone -, perché hanno ottenuto molte informazioni Mercedes”.