MotoGP, Valentino Rossi: “Pensavo di avere la gara in pugno”

Valentino Rossi (© Getty Images)
Valentino Rossi (© Getty Images)

Valentino Rossi non nasconde la sua amarezza dopo l’esito della gara di Misano, che lo ha visto cedere il passo al rivale della Honda Dani Pedrosa.

Il Pesarese non è contento del risultato – pur dignitosissimo – del GP di San Marino, un appuntamento del Motomondiale che, come noto, riveste per lui particolare importanza. Rossi pregustava infatti il successo davanti alla marea gialla di tifosi che sono andati in delirio quando ha preso il comando della gara. A 7 giri dalla fine, però, lo scatenato Pedrosa ha completato la sua giornata capolavoro: dopo aver “scavalcato” il team mate Marc Marquez e neutralizzato Jorge Lorenzo, il pilota di Sabadell ha attaccato e sorpassato anche Valentino davanti ai tifosi italiani. Una mossa per certi versi imprevedibile.

Il Dottore ha provato a resistere, ma dopo la gara ha confermato che il passo del rivale non gli ha lasciato scampo. “Ho dato il massimo per battere Lorenzo e Marquez – ha dichiarato il Campione di Tavullia, come riporta la Gazzetta dello Sport – e mi sono accorto che avevo il passo per stare loro davanti. “Ero sicuro di avere la gara in pugno – ha aggiunto – poi però ho visto comparire quel nome sulla lavagna e ho pensato ‘cazz! proprio oggi no!’ e invece era davvero troppo veloce”.

Hanno pesato soprattutto le decisioni assunte a livello tecnico: Pedrosa ha scelto la soft davanti, Rossi aveva invece la media. “La scelta delle gomme è stata importante – sottolinea Valentino – , in tante occasioni Pedrosa col suo peso leggero ha degli svantaggi, ma oggi aveva un vantaggio ed è andato forte, ho provato a stargli dietro ma non potevo. Oggi mi ha fatto pure l’entrata alla Marquez, si è montato la testa… Negli ultimi giri era meno in difficoltà con la posteriore”.

A chi gli domanda se la scelta delle gomme stia diventando un terno al lotto, però, Vale risponde: “Penso di no, non lo è”, e rimarca: “Bisogna lavorare bene nelle prove e capire cosa ti serve per la gara, non solo andare forte. La scelta è diventata più difficile perché con queste Michelin ognuno può trovare la gomma giusta per il proprio stile e la propria moto. Bisogna essere bravi a capire quale usare, a me dà gusto”.

Guardando ai numeri, nel Campionato mondiale Rossi ha recuperato 7 punti a Marquez (da 4 gare gli finisce sempre davanti), ma lui stesso invita a non farsi troppe illusioni: “Recuperare 43 punti non sarà facile – conclude- , ma stare davanti a un fenomeno come Marquez dà sempre soddisfazione”.