MotoGP Silverstone, Andrea Iannone: “Il nostro potenziale è alto”

Andrea Iannone (© Getty Images)
Andrea Iannone (© Getty Images)

Andrea Iannone è soddisfatto di questo venerdì di prove libere della MotoGP a Silverstone. Il ducatista di vasto ha messo a segno il miglior tempo nel secondo turno e, dopo alcune modifiche d’assetto, la sua Rossa di Borgo Panigale è tornata ad andare molto forte. L’obiettivo per domani è quello di migliorarsi ancora.

“Credo che oggi sia una giornata positiva – conferma The Maniac dopo la prova ai colleghi di Motorsport – . Siamo stati abbastanza veloci sin da subito stamattina. Avevamo iniziato bene poi a fine turno non abbiamo cambiato la gomma ed è stato difficile migliorare. Poi abbiamo avuto un piccolo problema tecnico ed è stato difficile migliorare. Però il feeling con la moto è stato subito buono, con la pista un po’ meno”.

Insomma, dopo un inizio d’anno un po’ difficile Iannone sembra aver finalmente trovato la marcia giusta. “Nel pomeriggio ho lavorato bene… Abbiamo analizzato bene i dati e abbiamo visto dove migliorare e c’erano alcuni punti dove potevo recuperare qualche decimo. Alla fine ho recuperato molto di più. Son felice di come stanno andando le cose”.

“Ho provato a fare una modifica d’assetto – aggiunge – ma non ero contento e siamo tornati indietro. Ora ho la moto standard, com’era quando siamo arrivati e come l’abbiamo usata nei test di Misano. Dovremo fare altre modifiche per andare più forte da domani”.

C’è da dire che quella di Silverstone non è la sua pista preferita… “Su questa pista ho difficoltà d’interpretazione – conferma Iannone – . Sono però migliorato molto. Mi sono impegnato per capire come mai facessi fatica. E’ una pista molto larga e questo tipo di piste mi fanno perdere un po’ la linea giusta da seguire, ma ora sto andando decisamente meglio”.

“Credo che io e Andrea stiamo facendo un buon lavoro – conclude – . Tutto il gruppo funziona. Avremo piste dove soffriremo di più. Qui ci sono punti dov’è palese che soffriamo. Ma dobbiamo sfruttare i punti di forza. Ovviamente devi capire dove perdi e ti devi adattare a queste situazioni. Per il momento il nostro potenziale è alto, se sfruttato bene”. Gli avversari sono avvisati.