Livio Suppo: “Marquez avrebbe vinto al Mugello con questa Honda”

Livio Suppo
Livio Suppo (©Getty Images)

Livio Suppo e tutti in Honda stanno vivendo un campionato MotoGP fantastico. Marc Marquez è in testa alla classifica mondiale con un margine importante sui rivali. Può avvero ambire a conquistare il titolo iridato per la terza volta in carriera.

Sono 53 i punti di vantaggio su Valentino Rossi e 59 su Jorge Lorenzo. Mancano sette gare al termine della stagione e dunque il campione di Cervera ha grandi chance di raggiungere l’obiettivo. Nella recente gara a Brno le cose non si erano messe bene a un certo punto, però il rider 23enne ha saputo ottenere il massimo anche in quella difficile situazione. Sul bagnato non era semplice, soprattutto non avendo azzeccato la scelta delle gomme. Lo ha detto lo stesso pilota nel post-GP. Però, ancora una volta, non è crollato.

Livio Suppo parla di elettronica e Marquez

Livio Suppo a Motorsport.com ha parlato dei problemi avuti con la nuova centralina unica. Nel 2016, infatti, le moto sono state costrette a montare il software Magneti Marelli. C’era chi vi era già abituato e chi no, come la Honda. Non a caso sia Marc Marquez che Daniel Pedrosa hanno dichiarato più volte di faticare con l’elettronica, soprattutto in accelerazione.

Queste le parole del team manager HRC: “Se siete abituati a lavorare con un Mac e improvvisamente te lo cambiano con un sistema Windows, poi naturalmente devi fare in modo di farlo funzionare, ma prima di riuscire a spremere il pieno potenziale deve passare un po’ di tempo”. Ha dunque spiegato che il cambiamento è stato drastico per la squadra, abituata al proprio software. Ovviamente servivano lavoro e pazienza affinché tutto andasse per il meglio e sembra che le cose siano migliorate molto.

Livio Suppo infatti ha evidenziato un dato importante: “Credo che con l’elettronica che oggi abbiamo in Honda, Marc sarebbe riuscito a vincere al Mugello. Uscendo fuori dall’ultima curva ha perso un po’ di tempo, ciò ha permesso a Lorenzo di batterlo con la scia. In tutte le gare siamo migliorati, la moto è in crescita”. Si respira un clima positivo in casa Honda e c’è voglia di chiudere la pratica Mondiale in fretta.