F1, Niki Lauda bacchetta Verstappen: “E’ da psichiatria”

Niki Lauda
Niki Lauda (© Getty Images)

Niki Lauda non le manda a dire a Max Verstappen. Il giovane talento della Formula 1 è “da visita psichiatrica”, attacca il manager austriaco.

Lauda commenta con la franchezza che gli è propria la performance del pilota olandese nel Gran Premio del Belgio, unendosi al al coro di quanti lo hanno accusato di un comportamento scorretto, in particolare nella manovra effettuata sul rettilineo del Kemmel per ostacolare deliberatamente il rivale ferrarista Kimi Raikkonen. L’intenzionalità del gesto è, a parere dell’ex pilota di F1 e boss della Mercedes, la cosa più grave e assurda.

A Spa è andato in scena il terzo momento di confronto tra Kimi e Max, un confronto che solamente in Spagna rimasto entro i limiti del buonsenso – ma forse solo per la mancanza di reali possibilità di sorpasso. In Ungheria e in Belgio, invece, la temperatura del duello si è alzata per Lauda ora la misura è colma: “Lo stile di guida aggressivo, questo muoversi, non può farlo. L’ha già fatto in Ungheria, non puoi continuamente cambiare traiettoria. Le lamentele di Kimi erano pienamente giustificate”.

Tanto per chiarire il concetto, alla tv tedesca RTL il decano delle monoposto aggiunge: “Quando dice che la colpa è di Kimi è da reparto di psichiatria. I piloti non devono mettersi a rischio a vicenda senza motivo”. Visto e considerato il personaggio in questione, però, sembra molto difficile – per non dire impossibile – che la pioggia di critiche piovutagli addosso riuscirà in qualche modo a fargli cambiare approccio e guida, ma anche solo a mettere in discussione il proprio atteggiamento.

“Parlerò a suo padre Jos – avverte Lauda – , so esattamente cosa gli dirò: ‘Parla con il ragazzo, quello che ha fatto è ampiamente oltre il limite e non è necessario’. Deve far crescere il suo talento e vincere le gare, ma con questi errori non vincerà”. Pilota avvisato…