Ferrari, Vettel: “Tutti vicini”. Raikkonen: “Deluso, pole possibile”

Kimi Raikkonen Sebastian Vettel
Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel (©Getty Images)

Dopo un venerdì difficile, la Ferrari sembra risorta nel sabato delle Qualifiche a Spa Francorchamps. Le rosse possono giocare un ruolo da protagonista nel Gran Premio del Belgio domani.

Kimi Raikkonen si è classificato terzo, vicinissimo a Max Verstappen e al pole-man Nico Rosberg. Quarto Sebastian Vettel, un po’ più lontano ma comunque in grado di essere competitivo in gara. Davanti sono tutti racchiusi in pochi decimi e non è esclusa la possibilità di vedere il Cavallino Rampante trionfare. Ovviamente, per, bisognerà vedere quali saranno le condizioni climatiche e della pista, oltre che la tenuta delle gomme. L’intensità del caldo può influenzare i risultati dei vari team domani. Ma si prospetta una corsa interessante e tutt’altro che dall’esito scontato.

Vettel e Raikkonen commentano le Qualifiche di Spa

Sebastian Vettel al termine della giornata è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “E’ normale voler sempre fare meglio, credo che l’uscita dall’ultima curva non sia stata molto forte. Quindi non possono essere contento di questo. Però il resto del giro è andato piuttosto bene. Oggi avevamo un bilanciamento migliore rispetto a ieri. I margini tra le macchine sono ristretti e quindi domani potrà essere una bella gara. Siamo tutti vicini e potrà essere divertente”.

Le Ferrari partiranno con gomme soft, così come Nico Rosberg e Daniel Ricciardo. Mentre Max Verstappen ha scelto le supersoft. Sul tema gomme il tedesco ha spiegato: “Abbiamo deciso di partire con le soft e siamo riusciti a portare avanti questa scelta, era importante. Adesso vedremo. Non siamo gli unici ad aver adottato questa strategia, anche Rosberg e Ricciardo hanno fatto la stessa scelta. Comunque crediamo che sia la strategia migliore e vediamo cosa accadrà domani”.

Anche Kimi Raikkonen, come il compagno, confida di aver avuto un problema nel finale del giro. Senza, avrebbe potuto essere ancora più avanti del terzo posto, forse in pole. Queste le sue parole: “Al primo tentativo nella Q3 sono andato largo e non è stato l’ideale. Però non c’è stato alcun allarmismo. Poi il secondo giro è stato buono, anche se ho perso qualche decimo all’ultima chicane  a causa del sottosterzo. Quindi la pole position era alla portata e sono un po’ deluso, perché oggi era una battaglia serrata tra i primi e sarebbe stato bello prendere la pole. Però domani possiamo aspettarci una bella gara, soprattutto se paragoniamo alle precedenti, dobbiamo essere soddisfatti. Siamo davanti, anche se non essendo primi non possiamo essere contenti pienamente.

Quanto gli viene chiesto se questa è la migliore Ferrari guidata nel 2016 risponde: “La macchina si è comportata molto bene in varie occasioni quest’anno. Oggi è una di queste, mentre ieri non era l’ideale. Però ci abbiamo lavorato sopra e oggi è andata bene. Ho avuto sensazioni positive diverse volte, ma per molti motivi non riuscivamo a ottenere il risultato sperato. Ora è bello essere lì a lottare, domani ci proveremo, anche se sarà difficile viste le condizioni”.