Alex Marquez: “Non posso fare come Marc e Vinales”

Alex Marquez
Alex Marquez (©Getty Images)

Dopo la vittoria nel campionato Moto3 nel 2014, c’erano grandi aspettative su Alex Marquez. C’è stata molta pressione nei suoi confronti, anche a causa del confronto con il fratello Marc. Però l’approdo in Moto2 si è rivelato più difficile del previsto.

Nella passata stagione ben quattro ritiri e solo sei volte nella top 10. Il migliore risultato è stato rappresentato dai due quarti posti di fila tra Brno e Silverstone. In questo 2016 l’inizio è stato disastroso. Altri quattro ritiri nelle prime sette gare. Ma da Assen la sua situazione sembra migliorata. Ottavo posto in Olanda e poi, togliendo il ritiro del Sachsenring, è arrivato sesto in Austria e quinto in Repubblica Ceca. Il prossimo GP è in Gran Bretagna, dove un anno fa andò bene, e successivamente c’è Misano. Vedremo se confermerà la buone impressioni.

Alex Marquez fa autocritica

Alex Marquez ha parlato della sua situazione, facendo anche autocritica e spiegando cosa deve fare per arrivare in alto. Queste le sue parole riprese da AS: «L’anno scorso mi sono auto-imposto delle aspettative troppo alte, c’era troppa pressione. Quando vedi piloti come Marc o Mavetick Viñales pensi ‘Posso farlo anch’io’. Però adesso so che non posso farlo e non devo pensarci. Devo concentrarmi su me stesso e non guardare cosa fanno gli altri. E’ quello che sto facendo ora e se continuo così posso tornare a essere il pilota veloce che sono stato in Moto3».

Il 20enne di Cervera riconosce i propri errori, soprattutto a livello di atteggiamento. Però ha compreso di aver sbagliato e ha spiegato la ricetta per essere competitivo. Corre su una Kalex del team Marc VDS e ha tutte le carte in tavola per migliorare. Nelle prossime gare del campionato Moto2 2016 capiremo meglio se il ragazzo avrà fatto un salto di qualità o meno.

Intanto anche suo fratello Marc Marquez ha parlato di lui: “Nelle moto non ci sono segreti. Per salire di categoria devi essere davanti e lui non è ancora a questo punto. Saliranno i piloti che stanno lottando per il titolo come Zarco, Rins e Lowes. Alex deve ancora migliorare in Moto2”.