Il gigante dei cieli Airlander si schianta in Inghilterra (VIDEO)

Airlander 10 (Getty Images)
Airlander 10 (© Getty Images)

Il più grande aeromobile del mondo, in parte aereo in parte dirigibile, in fase di studio nel Regno Unito, si è schiantato durante il suo secondo volo di prova.

A darne notizie sono stati i media del Regno Unito, secondo cui non ci sarebbe stato nessun ferito nell’incidente, avvenuto nella mattinata di ieri, 24 agosto 2016. Sembra però compromesso, almeno in questa fase, l’ambizioso progetto lanciato dal costruttore Hybrid Air Vehicles che intravedeva un utilizzo nel campo civile e militare per l’avventuristico mezzo. Airlander 10, 92 metri di lunghezza, stava volando sul campo di aviazione di Cardington, nel Bedfordshire, quando è atterrato infrangendosi sulla superficie con la testa, la prua dell’aereo.

La società di costruzione ha smentito con un Tweet la prima versione circolata, secondo la quale Airlander era finito contro dei cavi elettrici in un campo vicino alla pista d’atterraggio. Secondo quanto dichiarato da un suo portavoce alla BBC, il volo si è svolto senza imprevisti, con l’eccezione di quanto verificatosi all’atterraggio. L’Airlander, noto anche come “il sedere volante” per via della sua forma arrotondata, è circa 15 metri più lungo dei più grandi aerei passeggeri, utilizza l’elio a dispersione, viaggia fino a 92 miglia all’ora e lo scorso 17 agosto aveva completato con successo il suo primo volo di prova lo scorso 17 agosto.

Nel corso di quel volo iniziale, l’Airlander 10 ha raggiunto una quota di poco più di 150 metri e una velocità massima di 65 km/h. Secondo Hybrid Air Vehicles, una volta terminato il suo sviluppo sarà in grado di restare in aria per cinque giorni grazie ai suoi quattro motori diesel da 325 cavalli, arrivando a un’altitudine superiore ai 6.000 metri e “sfrecciando”, per così dire, fino a circa 150 km/h.

L’azienda produttrice sostiene comunque di poter costruire fino a dieci Airlander all’anno a partire dal 2021: i velivoli potrebbero essere impiegati per scopi di sorveglianza, trasporto merci (hanno una capacità di carico fino a 10 tonnellate) o anche per voli con passeggeri. Ad maiora!