Valentino Rossi cerca la rimonta: “Quando sono nella m…a do il meglio”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (© Getty Images)

L’esito del Gran Premio di Brno ha avuto un effetto tonificante su Valentino Rossi. Il Dottore, che ieri ha ottenuto il secondo posto dietro a Cal Crutchlow, è ora secondo nella classifica del Campionato mondiale della MotoGP, a 53 punti dal rivale della Honda Marquez. E a sette gare alla fine è ancora tutto possibile…

Il sogno del decimo titolo iridato per Valentino Rossi torna a prendere consistenza proprio quando il varco della seconda metà della stagione 2016 della classe regina è stato superato. D’altronde, il Campione di Tavullia è un maestro delle rincorse, e l’obiettivo è quello di continuare lungo questa curva ascendente di qui al termine del campionato. “Finalmente ci è andata bene – dice Valentino a Repubblica commentando la gara della repubblica Ceca – , ma all’inizio ero disperato: abbiamo rischiato, mettendo dietro la gomma dura. Gli altri mi passavano da tutte le parti, ad un certo punto ho detto: è finita”. Poi, però, “Crutchlow mi ha superato e se ne è andato via, ho pensato: lui ha messo la dura anche davanti, magari riesco a stargli dietro e a recuperare anche io”.

E’ finita con un secondo posto che vale quasi come una vittoria. “Ci voleva proprio – conferma Vale – . Stavo cominciando a intristirmi. Certo: su questa pista sarebbe stato meglio vincere, come 20 anni fa. Ma essere ancora sul podio è importante: mi serviva per il morale e per la classifica: ho recuperato 20 punti a Lorenzo”. E a chi gli domanda se il distacco da Marquez sia troppo ampio, Rossi risponde con un generico “forse”, precisando che “al decimo titolo non ci penso, non ora. L’obiettivo è fare bene una gara per volta: ce ne sono ancora 7. Marc è lontanissimo, e non è solo che è un pilota forte: non sbaglia mai”.

L’estate non è stata molto fortunata per lui – “Ho perso tanti punti e qualche vittoria sicura” – ma Valentino non si arrende. “In meno di un mese ci stiamo giocando le ultime possibilità di restare attaccati al treno. Quattro gare, divise in due blocchi. Tra Zeltweg e Brno gli ho recuperato 6 punticini, adesso ci riposiamo una settimana e poi si riparte: Silverstone, Misano. Diciamo che i conti li faremo in Romagna”.

Ci sono le condizioni per una rimonta incredibile? “Chissà – risponde ancora sibillino – . Quando mi ritrovo nella m… riesco sempre a dare il meglio. E’ già successo in passato. Ieri ho cercato di restare calmo, e dopo qualche giro ho cominciato a riprenderli uno alla volta. Un godimento. Crutchlow no, sarebbe stato impossibile”.

Ora gli occhi sono già puntati sul prossimo round: “A Silverstone, tra due settimane, potremmo trovare di nuovo la pioggia e un’altra gara da rischiare”, conclude, ma “restiamo calmi…”. Marquez e gli altri sono avvisati.