Bagnaia con Sky Racing Team VR46 in Moto2 nel 2017

bagnaia nieto
(Photo by Twitter)

Francesco Bagnaia nel 2017 correrà in Moto2 con lo Sky Racing Team Vr46. L’annuncio è arrivato prima del week-end del Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno.

La struttura nata dalla collaborazione tra Sky e Valentino Rossi il prossimo anno schiererà quattro moto, due in Moto3 e due in Moto2. Nella classe inferiore saranno Niccolò Bulega e Andrea Migno a salire in sella alle KTM. Mentre nella categoria intermedia, il compagno di ‘Pecco’ va ancora deciso. Ma non sarà sicuramente Romano Fenati. Inizialmente era il 20enne di Ascoli Piceno il destinatario di una delle due moto, ma la scorsa settimana si è materializzato un inaspettato divorzio tra le parti. Il comportamento del pilota non è piaciuto al team e dunque le strade si sono divise.

Francesco Bagnaia in Moto2 con Sky Racing Team VR46

Francesco Bagnaia aveva corso con Sky VR46 in Moto3 già nel 2014, quindi conosce bene l’ambiente, essendo anche membro dell’Accademy fondata da Valentino Rossi. Queste sono state le sue parole dopo l’annuncio: “Sono contento di poter legare quest’altra importante sfida allo Sky Racing Team VR46. Approdare in Moto2 è una vera opportunità di crescita. Sono orgoglioso di farlo insieme al team che per me è come una famiglia“.

Mentre Pablo Nieto, il team manager, si è così espresso: “Siamo davvero orgogliosi di poter annunciare che nel 2017 schiereremo al via ben quattro giovani talenti italiani. Continueremo in Moto3 con due KTM (affidate a Nicolò Bulega e Andrea Migno, ndr) e raddoppieremo i nostri sforzi nella categoria intermedia del Campionato. La line up del team sarà completata più avanti, ma siamo contenti di aver di nuovo con noi Francesco Bagnaia. Dopo l’interruzione del rapporto tra Romano e il Team, abbiamo deciso di proseguire comunque con il nostro iniziale progetto che prevedeva due moto in Moto2. Ci prenderemo qualche settimana di tempo per definire chi affiancherà Francesco in questa nuova sfida. Siamo motivati ad accompagnare Pecco in questo salto di categoria mettendo a sua disposizione tutto il nostro impegno e la nostra professionalità“.

Una grande opportunità per il 19enne torinese, attualmente quinto nel Mondiale Moto3. Sia per lui che per la squadra sarà la prima esperienza nella classe intermedia del Motomondiale. Ci saranno aspettative elevate, ma spesso il primo anno serve come rodaggio. L’importante è crescere costantemente e non abbattersi di fronte a eventuali difficoltà.