Andrea Iannone: “Posso giocarmela con le Yamaha e Marquez”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Altro grande risultato per Andrea Iannone, che nelle Qualifiche di Brno ha agguantato la terza posizione. Dunque partirà dalla prima fila a cercherà di stare con Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Per Andrea Dovizioso, invece, solo settimo tempo e pertanto terza fila.

Almeno una delle due Ducati ufficiali sembra avere le carte in regola per poter lottare per il podio. Mentre l’altra dovrà sfruttare al massimo il warm-up di domattina per recuperare dei decimi sul passo. In gara sarà determinante la scelta del pneumatico anteriore, ma anche le condizioni climatiche. Infatti c’è l’incognita della pioggia per la corsa. Se davvero dovesse piovere, può succedere di tutto nel Gran Premio della Repubblica Ceca. Si prospetta una gara ricca di interesse ed emozioni per gli appassionati.

 

Iannone e Dovizioso commentano le Qualifiche di Brno

Andrea Iannone, interpellato a caldo da Sky Sport dopo le Qualifiche, ha dichiarato: “E’ stata una qualifica molto difficile. Anche perché noi i tempi li facciamo già frenando molto forte, quindi poi non è facile in qualifica migliorare. Oggi eravamo d’accordo nel considerare buona la seconda fila, invece siamo riusciti a prendere la prima. Il terzo posto è grasso che cola. E’ una bella sorpresa, ma l’importante è la gara. Comunque pure questo week-end è partito con il piede giusto”.

Il pilota di Vasto ha aggiunto quanto segue successivamente: “Ci avrei messo la firma per la prima fila. Oggi era un risultato non scontato, sapevamo di faticare sul giro secco. Siamo riusciti a fare qualcosa in più rispetto alle nostre potenzialità. Fatico meno a fare un passo buono che un giro singolo. Per fare il giro secco serve frenare molto, arrivare prima possibile in angolo eccetera. Noi già usiamo tanto il freno davanti, quindi alla fine migliorare non è semplice. Gli altri che riescono a rallentare un po’ di più con il posteriore hanno più facilità. Però abbiamo lavorato bene, siamo sempre stati davanti. Sono soddisfatto. E’ più difficile rispetto all’Austria, ma domani siamo in quattro che possiamo fare la gara insieme. Io, Lorenzo, Marquez e Rossi. Sicuramente Jorge è un po’ più forte, le Yamaha sono forti e lo stesso Marquez lo è. Però noi siamo vicini. E’ importante portare a casa punti pesanti”.

Andrea Dovizioso invece si è così espresso: “Ho deciso di abortire il primo giro buono perché non stava venendo bene. Poi ne avevo altri due da poter fare, ma è successo il finimondo. Ci siamo ostacolati tutti, c’è stato un tira e molla. Alla fine io non avevo neppure un tempo e così ho cercato di fare il mio giro e non è venuto il giro perfetto. Potevo fare 2-3 decimi meglio e sarebbe stata una seconda fila meritata. Di più non potevo fare. Sono contento di essere migliorato al pomeriggio. Non è ancora sufficiente per giocarci la gara, però ci siamo avvicinati. E’ sempre importante migliorare. Peccato per la terza fila, ma qui la partenza è lunga e posso recuperare. Domani le condizioni non saranno quelle di oggi, tutto può succedere”.