Iannone: “Più veloce del previsto, Ducati come Yamaha e Honda”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

La Ducati è apparsa competitiva nella prima giornata di prove libere del Gran Premio della Repubblica Ceca. In particolare Andrea Iannone, che ha conquistato un primo posto in FP1 e un secondo in FP2. Mentre Andrea Dovizioso, rispettivamente, quinto e sesto.

Galvanizzato dalla vittoria in Austria, il pilota di Vasto vuole ripetersi anche a Brno. Sa che non sarà facile, visto che gli avversari sono vicini, ma per il momento è con loro. Vedremo domani se riuscirà a confermare le ottime impressioni destate oggi. E se il compagno di squadra si avvicinerà. Certamente è importante partire in prima fila, ma vista la concorrenza anche essere in seconda non è negativo. Poi andrà valutato in ottica gara il passo e il consumo degli pneumatici. Però la rossa di Borgo Panigale sembra poter dire la propria anche nel tracciato ceco.

Iannon e Dovizioso sulle prove libere di Brno

Andrea Iannone a Ducati.it ha riportato le proprie impressioni sulla prima giornata di prove libere. Queste le sue parole: “Sono davvero molto contento perché mi aspettavo di essere veloce qui a Brno, ma non così tanto. Adesso le nostre prestazioni sono allineate a quelle di Yamaha e Honda, e in alcuni punti riusciamo a recuperare veramente tanto su di loro. Su questo tracciato stiamo soffrendo solo nel T2, ed è proprio in questo settore che perdo il vantaggio che riesco ad accumulare nelle altre parti del circuito. Sono però soddisfatto di come stiamo lavorando e per come è iniziato questo weekend. Per il momento continuo ad avere un feeling migliore con il telaio vecchio e credo che ci concentreremo su quello per la gara.”

Davvero molto felice il pilota di Vasto, che si sente di poter competere con Yamaha e Honda. Lo è a metà, invece, Andrea Dovizioso. Il forlivese si è così espresso: “Sono contento dei miglioramenti che abbiamo fatto nel pomeriggio, ma ovviamente non sono ancora del tutto soddisfatto per quanto riguarda la fluidità e la velocità. Non siamo ancora i più veloci, ma era importante fare questo passo in avanti durante FP2. E’ vero che ci mancano ancora alcuni decimi e che domani dovremo lavorare per poterli recuperare, ma tutto sommato come primo giorno siamo messi abbastanza bene.”