MotoGP: Alvaro Bautista dal 2017 con Aspar Ducati

Alvaro Bautista
Alvaro Bautista (©Getty Images)

L’ingaggio è ormai ufficiale: dal 2017 Alvaro Bautista tornerà al team Aspar, questa volta in MotoGP in sella a una Ducati Desmosedici GP (GP16).

Di solito il mercato piloti della MotoGP entra nel vivo durante il weekend di Brno, ma quest’anno si arriverà in Repubblica Ceca con la griglia di partenza praticamente al completo. Dopo 8 anni di separazione, Alvaro Bautista e il team di Jorge “Aspar” Martinez tornano dunque insieme. A partire dalla prossima stagione il pilota di Talavera difenderà i colori di Aspar Team in MotoGP ai comandi di una Ducati Desmosedici GP (GP16), quindi la moto che si è imposta domenica scorsa al Red Bull Ring con Andrea Iannone, riabbracciando la squadra con la quale si assicurò nel 2006 il titolo mondiale 125cc per poi, nel successivo triennio, correre in 250cc sfiorando la conquista della corona iridata 2008.

Dal 2010 impegnato in MotoGP, Bautista ha corso con Suzuki (2010-2011) per poi passare al team Gresini: nel triennio 2012-2014 con Honda, nell’ultimo biennio da pilota ufficiale Aprilia.

“Sono felice di tornare in quella che è stata la mia casa per diversi anni”, ha dichiarato Alvaro Bautista dopo l’ufficializzazione dell’accordo. “Sono fiducioso che insieme possiamo essere competitivi nel 2017. Per me sarà una nuova sfida che affronterò con il massimo della motivazione”.

“Per il Team Aspar è un grande piacere dare il bentornato ad Alvaro Bautista – ha reso noto Jorge Martinez – . Con lui abbiamo conquistato il nostro primo titolo Mondiale nel 2006 ed abbiamo passato degli anni meravigliosi insieme. Il nostro rapporto è sempre stato eccellente, quindi la mia speranza è che insieme possiamo ottenere grandi risultati. Avere un pilota con la sua professionalità può darci un bel vantaggio in pista”.

Quanto al suo compagno di squadra, si parla con sempre più insistenza di una riconferma di Yonny Hernandez (in questo caso con una Ducati Desmosedici GP15), mentre per Eugene Laverty si ipotizza un ritorno nel Campionato World Superbike.