Iannone: “Ducati e Yamaha vicine”. Dovizioso: “Tre italiani, che figata”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Le Ducati erano attese come grandi protagoniste delle Qualifiche e così è stato. Al Red Bull Ring pole position di Andrea Iannone davanti a Valentino Rossi, mentre l’altro ducatista Andrea Dovizioso è terzo.

Due rosse in prima fila e date per favorite in ottica gara. La Yamaha si è avvicinata, però la moto di Borgo Panigale sembra avere 2-3 decimi di vantaggio. Domattina nel warm-up ci sarà l’ultima occasione per sistemare alcuni dettagli, poi occhi sulla corsa. In Austria la Ducati ha la ghiotta chance per vincere e non deve sprecarla. Il team ci tiene a questo grande risultato, dopo averlo visto sfumare altre volte. I piloti sono consapevoli che possono conquistare il gradino più alto del podio e daranno il massimo.

 

Austrian GP, Iannone e Dovizioso commentano le Qualifiche

Andrea Dovizioso al termine della sessione è stato interpellato da Sky Sport. Queste le sue parole: “Bello vedere tre italiani davanti, una figata. Qualche millesimo qua e la ho lasciato e potevo fare meglio, però niente di importante. E’ una pista in cui è difficile fare il giro perfetto. Non si può essere troppo arrabbiati. Logico che per la pole ci si provi, ma abbiamo un buon passo per la gara. Adesso la differenza la fa chi avrà lavorato meglio per i 28 giri. In prima fila ci siamo e vedremo domani chi ne avrà di più”.

Successivamente il pilota forlivese ha dichiarato: “Ci sono tanti dettagli da gestire. Vedremo cosa succederà in gara. Faremo la strategia sul momento”. Tornando sugli errori commessi in qualifica ha aggiunto: “Alla curva 4 sono andato un po’ lungo, ho sbagliato il t3 dell’ultimo giro. Niente di grave, la differenza è minima, però sono terzo”.

Andrea Iannone, poleman di giornata, si è così espresso al parco chiuso: “Non ce l’aspettavamo. La qualifica è sempre molto difficile. Siamo stati veloci e sono molto contento. Oggi riesco a guidare meglio perché ho meno male alla costola. La clinica mobile ha fatto un lavoro incredibile. Domani sarà dura in quei 28 giri. La pole comunque è stata fighissima, è stato un giro incredibile. E’ la mia seconda pole in MotoGP e spero di fare una bella gara domani”.

Sempre a Sky Sport il rider Ducati ha commentato: “Sicuramente abbiamo ottimo potenziale io e Dovizioso. Siamo sempre stati veloci qui, sin dal test. Non sarà una gara facile, comunque le Yamaha si sono avvicinate molto oggi e domani si avvicineranno di più. Ducati e Yamaha sono più o meno lì. Però noi possiamo provarci, come sempre. Bisogna usare la testa e stare tranquilli, poi vediamo”.