Red Bull Ring: Safety Commission modifica la curva 10

(©Getty Images)
(©Getty Images)

Il Campionato del Mondo MotoGP sbarca al Red Bull Ring per la decima tappa del 2016 e nel giovedì di apertura dell’evento sono state apportate alcune modifiche al tracciato volte ad una maggior sicurezza dei piloti.

Nelle scorse settimane, in occasione dei due giorni di test al Red Bull Ring cui hanno partecipato quasi tutti i team della classe regina molti atleti avevano lamentano le scarse condizioni di sicurezza su alcuni tratti, troppo conformi alle richieste della Formula 1.

Franco Uncini, responsabile sicurezza FIM, ha incontrato i rappresentanti della Safety Commission e insieme hanno è deciso di assottigliare la larghezza della curva 10 del tracciato austriaco, la Red Bull Mobile, da tredici a dieci metri per obbligare ad una riduzione della velocità in staccata. Il cambio di tracciato avrà effetto già dalle libere di venerdì 12 agosto.

Una passeggiata per la Stiria

Come da tradizione anche il GP d’Austria è stato anticipato dall’evento che fa conoscere al paddock e ai fan del MotoGP il territorio attorno al circuito. Questa volta è il turno delle colline austriache della Stiria, regione che ospita il Red Bull Ring. Marc Marquez, il leader della classifica MotoGP e pilota Repsol Honda, Stefan Bradl di Aprilia Gresini, insieme ai piloti della classe intermedia Jonas Folger e Sandro Cortese del team Dynavolt GP e dai portacolori in Moto3 del team Red Bull KTM Brad Binder e Bo Bendsneyder hanno visitato la cittadina di Graz, sito UNESCO e luogo caratteristico della regione.

Dopo le interviste e gli appuntamenti consueti con la stampagli atleti del Motomondiale hanno eseguito una passeggiata nella pittoresca città della Stiria incontrando i fan e completando il tour nei pressi di Hauptplatz. Dopo la conferenza stampa di oggi domani i piloti delle tre classi saranno alle prese con il tracciato del Red Bull Ring che da quest’anno ha riaperto alle corse sulle due ruote dopo anni di assenza. Ieri pioveva e non ci sarebbe da meravigliarsi nell’assistere ad una gara sul bagnato.