MotoGP Austria, Valentino Rossi: “I due rettilinei non ci aiutano”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

La prossima domenica, 14 agosto, si disputerà la gara del decimo Gran Premo stagionale della classe regina al Red Bull Ring. Per Valentino Rossi sarà un appuntamento speciale, essendo lui l’unico pilota della MotoGp che abbia già corso a Spielberg.

Il numero 46 del team Movistar Yamaha si cimentò sullo stesso circuito nel 1996 e nel 1997 – con la differenza che in quelle stagioni si chiamava A1-Ring. Tempi passati: il Dottore allora era un esordiente in classe 125cc e correva con i colori Aprilia, cui assicurò due podi. Per Valentino, però, anche quell’esperienza si rivelerà probabilmente utile per firmare una grande prova. In palio, com’è noto, c’è il suo decimo titolo iridato, e prima ancora la diffficile risalita dal terzo posto in classifica generale, dietro al compagno di scuderia Jorge Lorenzo e – soprattutto – a Marc Marquez, leader iridato di Repsol Honda.

“La pausa estiva è stata lunga, certamente mi sono riposato molto – dichiara Valentino nella consueta nota ufficiale – . Sono andato in vacanza ma ho continuato la mia preparazione. Ora ho tanta voglia di tornare in pista e far bene in questa seconda parte di stagione”.

“Abbiamo fatto delle buone gare fino ad ora – spiega il Campione di Tavullia – , alcune avrebbero potuto essere migliori ma abbiamo dimostrato di essere competitivi. Il circuito austriaco è molto bello e il test sulla stessa pista a luglio è andato abbastanza bene: i due rettilinei non ci aiutano molto, ma durante il fine settimana avremo comunque tempo per migliorare”. “E – conclude – faremo del nostro meglio per salire sul podio”.

 

La parola a Jorge Lorenzo

Anche il team mate del Pesarese si mostra carico in vista dell’appuntamento di domenica. “Dopo la pausa estiva torniamo in azione allo Spielberg dove abbiamo provato tre settimane fa nel corso di una due-giorni di test – dice l’altro pilota ufficiale della Yamaha, Jorge Lorenzo -. Ho trascorso qualche giorno alle isole Baleari per rilassarmi, ma poi ho ripreso ad allenarmi per essere nella migliore forma per affrontare la seconda metà della stagione”.

Realismo e determinazione sembrano essere le due parole d’ordine per Lorenzo. “È vero che la situazione è difficile – ammette il maiorchino –  perché Marquez è un po’ più avanti in campionato, ma faremo del nostro meglio, come ogni anno, per cercare di colmare la distanza. Noi di certo continueremo a lottare fino alla fine del campionato”.