Ferrari, Maurizio Arrivabene: “Sappiamo dove lavorare per migliorare”

Maurizio Arrivabene
Maurizio Arrivabene (©Getty Images)

Maurizio Arrivabene e tutti in Ferrari si aspettavano un 2016 diverso. Dopo un 2015 di rilancio, c’erano grandi ambizioni per il campionato di Formula1 attualmente in corso.

Però le cose sono andate diversamente da quanto ci si aspettava. La Mercedes domina e la Red Bull ha persino effettuato il sorpasso al secondo posto nella classifica costruttori. Uno scenario che probabilmente nessuno si era immaginato a Maranello. Il presidente Sergio Marchionne era convinto che la monoposto rossa avrebbe lottato per vincere il Mondiale. Niente da fare, tutto rinviato al prossimo anno. Ma intanto c’è una stagione da completare nella maniera migliore possibile. C’è tempo per raddrizzare almeno in parte le cose.

 

Maurizio Arrivabene commenta la situazione

Maurizio Arrivabene ad Autosport è stato interpellato innanzitutto sulla situazione interna del team dopo l’addio a James Allison: “Io non voglio parlare di James, per motivi personali e le ragioni aziendali. Stiamo riorganizzando la squadra, prima di tutto, senza farsi prendere dal panico, perché prendendo questa decisione significa che abbiamo ben chiaro in mente su cosa fare con l’organizzazione”.

E il team principal Ferrari ribadisce che la squadra “Stiamo guardando avanti per il resto della stagione e sappiamo benissimo dove dobbiamo lavorare. Non posso dare tutti i dettagli, ma sappiamo cosa fare”.

Il dirigente della scuderia di Maranello successivamente ha dichiarato qual è uno dei problemi: “Non credo che abbiamo fatto un grande miglioramento in termini di carico aerodinamico da Barcellona. Questo è il problema ed è il motivo per cui ho detto che sappiamo chiaramente dove lavorare ora e dobbiamo farlo il più presto possibile, anche se non è facile. Dobbiamo lavorare su quelle aree insieme. Ci sono molti, molti fattori, abbiamo fatto un sacco di analisi, e ora siamo abbastanza sicuri circa le cause”.

L’aerodinamica non è da quest’anno uno dei problemi della Ferrari, che invece sul motore ha lavorato bene. Maurizio Arrivabene infatti sul tema dice: “Sul motore abbiamo qualcosa che sta arrivando, quindi sono abbastanza tranquillo con quello”.