Marc Marquez: “Spielberg circuito nuovo, bisogna adattarsi subito”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez ritorna in pista da leader del Mondiale MotoGP quando mancano nove gare al termine. Al Red Bull Ring sarà fondamentale non commettere errori e fare tesoro del vantaggio di 48 punti su Lorenzo e 59 punti su Rossi.

Nel GP d’Austria potrebbero essere le Ducati a partire da favorite, con le Yamaha ufficiali che meno di un mese fa hanno tenuto due giorni di test collettivi cui solo la Repsol Honda non ha partecipato, per conservare un turno di ‘prove’ in vista della prossima stagione. Ma Marc Marquez ha le carte in regola per trovare subito il feeling su ogni pista, soprattutto con i circuiti inediti (vedi Austin…).

Qualche mese fa El Caroncito ha avuto modo di girare sul circuito di Spielberg in sella ad una moto stradale in occasione di un evento promozionale e questa infarinatura potrebbe già essere sufficiente al talento spagnolo. “Le vacanze sono andate bene perché abbiamo iniziato la pausa estiva convinti che il lavoro svolto nella prima parte di stagione è stato importante e produttivo. Ho avuto un po’ di tempo libero con riposo e relax. Ma adesso è tempo di pensare all’inizio della seconda parte di 2016 che sarà impegnativa; per questo durante le vacanze mi sono allenato in bicicletta e con il supermotard – ha raccontato Marc Marquez -. È un tracciato molto divertente, alcuni tratti iniziali mi ricordano Austin con staccate molto nette e repentini cambi di direzione mentre la seconda parte è la più veloce di tutto il campionato. Il circuito è nuovo e bisogna essere in grado di adattarsi il più rapidamente possibile per essere competitivi”.

Il commento pre-gara di Pedrosa

Dopo una prima parte di stagione non molto entusiasmante Dani Pedrosa è in cerca di un rinnovato feeling con la sua RC213V per poter ripetere gli ottimi risultati ottenuti nello scorso finale di stagione: “E’ il momento di concentrarsi di nuovo sul lavoro. Siamo andati al circuito di Spielberg per fare un filmato lo scorso giugno e siamo riusciti a fare un paio di giri con la Honda Rc213v-S, che è una moto veloce e incredibile. Il circuito è nel bel mezzo del bosco, in un posto bellissimo. È breve, ma a sua volta interessante, perchè la larghezza cambia molto e ci sono parti molto aperte e altre più strette – ha affermato Pedrosa -… Ha più curve di destra che di sinistra, e soprattutto un tratto molto legato, con solo due frenate forti. È bello vedere come fai la montagna per poi abbassarla. Sarà interessante rotolare in un circuito nuovo e controllare come funziona la nostra moto. Spero che riusciremo a fare un buon lavoro e completare un grande fine settimana”.