Marc Marquez: “La seconda parte del Mondiale sarà dura”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez comanda la classifica piloti MotoGP con un distacco notevole dalle Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Da inseguitore a leader di classifica nel giro di pochi GP grazie agli errori dei suoi avversari e al grado di maturità raggiunto dopo tanti errori nella scorsa stagione.

Il pilota della Repsol Honda da un lato sa di avere il titolo mondiale in pugno, ma dall’altro lato è consapevole che non può dormire sonni tranquilli, perchè finora la fortuna lo ha sorriso ma il vento potrebbe presto cambiare e soffiare a favore di Valentino e Jorge. Mancano nove gare alla fine del campionato e basta una caduta in gara per riaprire i giochi. Negli ultimi tre Gran Premi El Cabroncito è passato da -10 a + 48 sul connazionale della Yamaha, grazie ad una vittoria e due podi.

Adesso che il vantaggio è consolidato non può permettersi passi falsi: “Forse nella prima parte del campionato non sono stato il pilota più veloce in pista, ma sono stato il più costante, completamente l’opposto rispetto allo scorso anno”, ha detto Marc Marquez ad ‘Autosport’. “Quindi sono molto felice, ma non posso dimenticare che la seconda parte della stagione sarà dura”.

Guai a sentirsi troppo sicuri di sè e la storia glielo insegna: “Nel 2014 ero in testa con un sacco di punti, più di adesso, ma sono caduto due gare di fila – a Misano e ad Aragon – e ho perso 50 punti”, ricorda Marquez. “Quindi dobbiamo essere cauti perché siamo solo a metà della stagione. Quello che è successo fino ad ora può accadere al contrario. Ci saranno più corse in condizioni di bagnato e dobbiamo gestirle bene”. D’altronde ha avuto un inverno intero per rivedere gli errori del 2015 e farne tesoro: a volte sapersi accontentare dei propri limiti e non cadere equivale ad una vittoria.