Daniel Ricciardo: “Il mio obiettivo è essere come Valentino Rossi”

Daniel Ricciardo
Daniel Ricciardo (©Getty Images)

Daniel Ricciardo è senza dubbio uno dei piloti più forti della Formula1. In questi anni alla Red Bull lo ha dimostrato quando la monoposto è stata competitiva.

L’australiano è un pilota veloce, che in pista fa di tutto per superare quando si trova dietro a un rivale e a volte gli riescono sorpassi capolavoro. Una dote che condivide con Max Verstappen, suo compagno di squadra. Tra i due è in atto un bel duello all’interno del team e sarà interessante vedere chi prevarrà alla fine del campionato 2016. Il 18enne olandese si sta rivelando un osso duro, non solo per il suo team-mate ma per tutti i rider della F1. Un predestinato che l’australiano in primis vuole sconfiggere per ribadire la propria leadership nel box.

 

Daniel Ricciardo come Valentino Rossi

Il pilota della Red Bull in un’intervista ripresa dal quotidiano AS ha spiegato la sua strategia: “Il mio piano è quello di essere come Valentino Rossi, in grado di tenere il passo con le nuove generazioni, per non essere lasciato alle spalle. Dobbiamo usare l’intelligenza e avere le idee chiare, in questo caso non credo che l’età sia un grosso ostacolo. In ultima analisi, l’età è solo un numero. Voglio vincere il titolo mondiale prima dei 30 anni, ma naturalmente voglio anche continuare oltre questo obiettivo”.

Daniel Ricciardo ha Valentino Rossi come fonte di ispirazione. Ha esattamente dieci anni in meno, 27 contro 37, e per adesso non deve preoccuparsi dell’aspetto anagrafico. Però vuole essere longevo in F1 e puntare a grandi risultati anche quando non sarà più giovanissimo. Un’ambizione molto importante. Ha poi affermato: “Spero di vedere più piloti giovani come Max in Formula1, perché è quello che si vede in tutti gli sport. Ci sono sempre ragazzi più preparati che non hanno paura di confrontarsi con i veterani”.

Infine l’australiano ha così concluso il suo discorso: “E’ importante analizzare la situazione, capire se il tuo compagno di squadra sta lavorando meglio con l’auto o se è davvero lui che fa la differenza e lavorare di conseguenza per invertire la situazione. Max finora ha fatto molto bene. Quando ho la possibilità devo essere preparato per ottenere la mia vendetta”.