Triumph e Guy Martin puntano al record dei 605 km/h (VIDEO)

Guy Martin (foto Facebook)
Guy Martin (foto Facebook)

Battere ogni record: è con questo obiettivo in mente che Triumph, celebre costruttore inglese di motociclette, ha progettato un mezzo capace di raggiungere i 605 km/h.

Il prototipo si chiama Rocket Streamliner e cercherà di infrangere il primato di velocità su terra per le due ruote sulla “piana salata” di Bonneville, negli Stati Uniti, con a bordo il pilota Guy Martin. Il “muro” da sfondare è quello dei 605 km/h, e a tal fine è stato messo a punto un mezzo capace di erogare ben mille cavalli di potenza. A guidarlo lungo il tracciato sarà il noto recordman noto per le imprese di cui è stato protagonista al Tourist Trophy sull’Isola di Man.

Il Triumph Infor Rocket Streamliner è caratterizzato da una resistente monoscocca in carbonio kevlar, progettata per proteggere il pilota e i due motori Rocket III turbocompressi di cui è dotato. I propulsori sono alimentati a metanolo e sprigionano una potenza complessiva di ben 1.000 Cv a 9.000 giri/minuto. La moto è lunga 7,77 metri, larga appena 0,6 metri e alta 0,91 e gareggerà nella categoria della divisione C (motociclette streamliner).

Triumph, già detentrice del record tra il 1955 e il 1970 e del conseguente titolo di moto più veloce del mondo, vuole dunque intestarsi un nuovo prestigioso primato. I Triumph Streamliner che hanno sin qui reso famosa la Casa britannica sono il Devil’s Arrow, il Texas Cee-gar, il Dudek Streamliner e il Gyronaut X1, il primo a raggiungere la velocità di 395,28 km/h. Il record attuale è detenuto da Rocky Robinson che nel 2010 ha raggiunto i 605,697 km/h a bordo dello Streamliner Top Oil-Ack Attack.

“Non vedo l’ora di portare per la prima volta questa estate il Triumph Infor Rocket Streamliner sulla piana salata di Bonneville! – ha dichiarato Guy Martin – . Gli ingegneri di Triumph hanno fatto un lavoro incredibile, dandoci un’ottima possibilità di battere il record di velocità su terra per le motociclette”.