Sebastian Vettel: “Ferrari ha un piano per tornare competitiva”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel si aspettava un 2016 diverso. Dopo il rilancio della Ferrari nel 2015, con le tre vittorie ottenute proprio dal tedesco, c’era la volontà di fare un ulteriore passo in avanti e lottare con la Mercedes.

Invece quest’anno il team non è riuscito ad effettuare il salto di qualità richiesto. Anzi, il gap a volte è parso aumentato rispetto alla scorsa stagione. E inoltre bisogna registrare il ritorno prepotente della Red Bull. Infatti la scuderia di Milton Keynes ha scavalcato quella di Maranello dopo il Gran Premio di Germania. A adesso il team italiano deve riprendersi la seconda posizione nella classifica costruttori nella seconda parte del campionato di F1 2016. Si prevedono tante battaglie interessanti in pista.

 

Sebastian Vettel parla del futuro della Ferrari

A Crash.net il quattro volte campione del mondo: “Le ultime due gare sono state dure e difficili  per noi, ma molto, molto utili. Penso che abbiamo capito molto della nostra forza e della debolezza sulla nostra automobile, quindi sappiamo cosa mettere a fuoco. Quindi sì non era del tutto chiaro prima, ma è diventato sempre più evidente poi. Ovviamente si tratta di un modo duro per scoprire di non essere competitivi e di non esserlo come vogliamo”.

Sebastian Vettel è convinto che in Ferrari ci siano le carte in regola per progredire: “Credo che sappiamo cosa fare, ovviamente, è non si può  cambiare durante la notte, ma c’è un piano e credo che nella seconda parte saremo più forti. Dipende anche da ciò che gli altri fanno, ma ci concentriamo su noi stessi”.

Il tedesco ha concluso poi così il suo intervento: “Il punto principale è che cerchiamo sempre di migliorare, ma le ultime gare in questo senso sono state molto educative per conoscere potenzialmente le nostre debolezze rispetto a Red Bull e Mercedes”.