I genitori di Anton Yelchin chiedono risarcimento alla FCA

I genitori di Anton Yelchin (©Getty Images)
I genitori di Anton Yelchin (©Getty Images)

Anton Yelchin , il 27enne attore di Star Trek, lo scorso 19 giugno ha perso la vita in uno strano incidente mentre era a bordo della sua Jeep Grand Cherokee. Dopo il richiamo di 1,1 milioni di veicoli per problemi al cambio da parte di FCA la famiglia dell’attore chiede un risarcimento danni.

Nell’aprile scorso il gruppo Fiat-Chrysler ha richiamato oltre un milione di vetture, tra cui la Jeep Grand Cherokee fabbricata nel biennio 2014-2015, che potrebbe lamentare alcuni problemi ai sensori del cambio, lasciando pensare ai clienti di aver lasciato la vettura in modalità parcheggio pur non essendolo, spingendo la vettura a riprendere la marcia dopo essere stata parcheggiata.

Questo difetto potrebbe essere la causa dell’incidente fatale accorso ad Anton Yelchin, schiacciato sul cancello di casa dalla sua Jeep. I suoi genitori Viktor e Iryna hanno deciso di far causa alla FCA responsabile, a loro parere, della tragedia avvenuta a loro figlio. Del resto per via di questo problema al cambio sarebbero rimaste ferite una quarantina di persone. Al momento il marchio automobilistico preferisce non sbilanciarsi sull’argomento e dirama una semplice nota formale: “La FCA US porge le più sincere condoglianze alla famiglia e agli amici del signor Yelchin. La compagnia è in contatto con le autorità e sta conducendo un’indagine approfondita. È prematuro speculare sulle cause della tragedia”.

Inoltre la Fiat Chrysler suggerisce ai propri clienti dei veicoli interessati di inserire ugualmente il freno a mano prima di chiudere l’auto, come riportato nelle istruzioni sui manuali d’uso e sulle note del richiamo stesso.