Love Cloud: l’aereo per il sesso in alta quota

(foto dal web)
(foto dal web)

Quella che fino a ieri era solo una fantasia erotica, salvo rare e clamorose eccezioni, è ora un servizio sdoganato (letteralmente) e codificato a tutti gli effetti: il sesso in aereo è l’ultima novità offerta, con tutti i comfort del caso, da Love Cloud.

C’è da dire che il sesso in aereo è un’esperienza da molti vagheggiata, ma che solo in pochi sono riusciti a concretizzare: per essere statisticamente precisi, il 17% dei passeggeri e il 14% del personale di volo, secondo i dati raccolti dal sito jetcost.it. Da oggi in poi, però, questa fantasia è alla portata di tutti: la compagnia aerea Love Cloud ha infatti lanciato un servizio privato che comprende il sorvolo di Las Vegas a bordo di un Cessna 421 Golden Eagle, appositamente attrezzato con letto, luci soffuse, filodiffusione con colonna sonora che può essere fornita dagli stessi passeggeri, oltre a tutto il necessario per il sesso sicuro (anche – e soprattutto – in termini non aeronautici).

E’ inoltre prevista la possibilità di un volo diurno con escursione sopra il Gran Canyon, oppure notturno con sorvolo radente della Strip di Las Vegas (e pazienza se, in tali circostanze, la concentrazione dei passeggeri rischia di essere messa a dure prova): una volta tornati a terra, la coppia riceverà un certificato e potrà scattare una foto ricordo accanto all’aereo.

Il “pacchetto” prevede tre livelli di offerta: Silver (40 minuti di volo a 799 dollari), Gold (un’ora a 999 dollari) e Platinum (un’ora e mezza per 1.399 dollari); in aggiunta c’è il Pacchetto Romantico che comprende il trasporto da e per l’hotel in limousine, una dozzina di rose e una bottiglia di champagne, per soli 299 dollari extra.

A concepire l’idea è stato tale Andy Johnson, un singolare imprenditore di Las Vegas. “Voglio che sia un’esperienza romantica per i passeggeri, una di quelle cose che non si dimenticano per il resto della vita”, ha dichiarato. Cosa chiedere di più?