Ferma l’auto per giocare a Pokemon GO, 85 euro di multa

Pokemon GO
Pokemon GO (©Getty Images)

Nella notte tra il 1° e il 2 agosto gli agenti di Polizia del commissariato Centro di Milano hanno intercettato un veicolo fermo in curva, tra viale Elvezia e viale Giorgio Byron. Alla guida della Hyundai di colore grigio, come spiega Adnkronos, c’era un ragazzo cinese 26enne con in mano lo smartphone, intento a giocare a Pokemon GO.

Gli agenti di polizia gli hanno subito chiesto i documenti e inflitto un verbale per la fermata del veicolo in curva. L’automobilista si è scusato con gli agenti e ha spiegato di essere alla ricerca di animaletti virtuali. Un gioco costatogli 85 euro, ma il dilemma è che questo gioco sta diventando sempre più un tormentone tra i giovanni, causando non pochi danni, materiali e non.

Dopo l’aumento preoccupante degli incidenti stradali, dovuti sempre all’utente che gioca in auto a Pokémon Go, per evitare ulteriori problemi del genere la Nintendo potrebbe pensare di installare un limite di velocità nel GPS in modo tale che si blocchi quando si supera una certa velocità.

Ma c’è chi cavalca l’onda del successo per tentare di fare affari e portare un po’ di acqua al suo mulino, visto che oltre 75 milioni di utenti hanno scaricato l’app sul proprio telefonino. Ad esempio i concessionari Mercedes-Benz, tramite i ‘moduli esca’ nelle vicinanze dei PokéStop, che attirano i Pokémon, cercano di calamitare i giocatori del videogame nei loro showroom. I moduli sono visibili a ogni utente di Pokémon GO fermo ad un PokéStop invitandolo a visitare la filiale o a prendere parte ad eventi.