Ddl Concorrenza: sconti Rc auto per i virtuosi del Sud

Rc auto
Assicurazione Auto (foto dal web)

Sconti Rc auto in arrivo per gli automobilisti virtuosi del Sud Italia, in particolar modo per coloro che abitano nelle zone con maggior numero di incidenti stradali registrati. Lo stabilisce un emendamento al ddl Concorrenza, approvato dalla commissione Industria del Senato, ma il Codacons allerta i consumatori.

In base al subemendamento dei relatori al ddl Concorrenza approvato in commissione Industria del Senato, l’Ivass con un suo regolamento “da emanare entro 90 giorni… definisce i parametri oggettivi, tra cui la frequenza dei sinistri e il relativo costo medio, per il calcolo dello sconto aggiuntivo”, a beneficio degli automobilisti virtuosi che risiedono in alcune province ad alto indice di incidenti stradali.

Una norma resa necessaria per ridurre le “differenze dei premi applicati sul territorio nazionale nei confronti di assicurati con le medesime caratteristiche soggettive e collocati nella medesima classe di merito”, ma cittadini di diverse province. Ulteriori sconti sono previsti per chi monta la scatola nera sulla propria auto: in tal caso, come riferisce l’Ansa, “i costi di installazione, disinstallazione, abbonamento annuale, spese di funzionamento, sostituzione e portabilità (del dispositivo installato ndr) sono a carico dell’impresa assicuratrice.

 

I dubbi del Codacons

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi da un lato approva gli sconti per gli automobilisti virtuosi del Sud, ma dall’altro resta perplesso sull’obbligatorietà della scatola nera sulle automobili che potrebbe vanificare qualsiasi riduzione delle tariffe Rc auto “e, anzi, determinare aggravi di costi per gli automobilisti… L’installazione e la manutenzione di una scatola nera… avranno dei costi enormi che, inevitabilmente, saranno traslati sugli utenti finali, attraverso incrementi occulti di tariffe e prezzi e aggravi di spesa per la collettività”.

Ricordiamo che chi risiede nel Mezzogiorno paga tariffe abnormi per stipulare una polizza assicurativa. Ad esempio “per assicurare una automobile a Napoli si spende mediamente poco più di 1.000 euro (ma si possono raggiungere anche i 2.800 euro), contro i 310 euro della Valle D’Aosta, con un divario medio tra Nord e Sud pari al +222%”, ha concluso Rienzi.