MotoGP Honda, Livio Suppo: “Marquez sta ottenendo il massimo”

Livio Suppo (Getty Images)
Livio Suppo (Getty Images)

Livio Suppo e la Honda quest’anno potrebbero tornare ad esultare. Infatti Marc Marquez è largamente in testa al campionato MotoGP 2016. Ben 48 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo e 59 su Valentino Rossi.

Ci sono le premesse per la riconquista del titolo, che comunque manca solo dal 2014. Lo spagnolo è molto vicino ad ottenere il terzo titolo nella classe regina del Motomondiale in quattro anni. Numeri pazzeschi per un pilota ancora giovane e che si candida a diventare una leggenda. Ovviamente la squadra non intende abbassare la guardia, mancano nove gare e dunque i giochi non sono chiusi. Il gap a favore è notevole, però bastano alcuni errori e si mette a rischio il grande lavoro svolto quest’anno. Il Mondiale riprenderà poco prima di metà agosto e farà tappa in Austria, al Red Bull Ring.

Livio Suppo su Marquez e Pedrosa

Livio Suppo ha rilasciato alcune dichiarazioni riprese da Speedweek: “E’ una stagione strana. C’erano un sacco di novità riguardanti le gomme Michelin, la nuova centralina elettronica Magneti Marelli e il nostro motore. Abbiamo avuto tante difficoltà non previste in questa misura, sono onesto. Soprattutto con il software abbiamo avuto problemi inizialmente. Ma i nostri ingegneri hanno fatto un buon lavoro e adesso va sempre meglio”.

Il team manager Honda poi ha elogiato Marc Marquez: “Riesce a tirare fuori il meglio in ogni circostanza, ha ottenuto il massimo in questa stagione. Ha fatto grandi progressi ed è più maturo. In nove gare ha fatto solo un errore, la caduta di Le Mans. In una stagione in cui i principali avversari hanno commesso più errori, ha ottenuto un vantaggio notevole. Siamo molto lieti di vedere Marc in questa posizione di forza, come leader del campionato”.

Se da una parte del box c’è molta soddisfazione, in quella di Dani Pedrosa si sorride meno. Il 30enne di Sabadell ha più difficoltà e ha già dichiarato che la moto è stata fatta ascoltando soprattutto il compagno. Quindi lui non è a proprio agio. Livio Suppo si è così espresso su di lui: “La situazione è un po’ più difficile. Dani ha più difficoltà a trovare la sua strada con la nuova moto e la nuova elettronica. Ma al Sachsenring è andato molto bene in termini di ritmo di gara. Mentre in qualifica non è stato eccezionale. Credo che da ora in poi sarà più facile per Dani lottare per primi posti nelle prossime gare”.

Livio Suppo parla della Honda e delle gare

Successivamente il dirigente del team giapponese ha parlato della Honda RC213V: “Credo che la nostra moto è stata migliorata. I maggiori progressi li vedo nel controllo. I nostri ingegneri hanno imparato a sfruttare al meglio questa centralina standard. Chiaramente, a causa delle regole, non si può continuare a sviluppare il motore durante la stagione. Se consideriamo che abbiamo un motore completamente nuovo rispetto al 2015, non possiamo essere soddisfatti. Dobbiamo ancora imparare. Sul telaio siamo costantemente al lavoro. Così è in MotoGP: Non c’è frenare lo sviluppo della moto”.

Infine Livio Suppo ha rivolto il pensiero al prossimo Gran Premio d’Austria di metà agosto e ai futuri impegni in generale: “Con il Red Ring Bull incontriamo ora una nuova pista, che è un territorio inesplorato per tutti. E poi ci sono piste che di solito sono buone per Honda. Vedremo di fare una buona seconda parte della stagione”.