Sebastian Vettel: “Mercedes avanti di 4-5 decimi a Hockenheim”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel è carico per l’appuntamento del Gran Premio di Germania. Nel week-end si corre ad Hockenheim, non lontano da dove è nato. Dunque è una gara di casa a tutti gli effetti per lui.

Ovviamente il pilota tedesco vorrebbe vincere di fronte al suo pubblico, però deve fare i conti con una Ferrari non all’altezza della Mercede e insidiata dalla Red Bull. Servirà una grande prestazione da parte sua e di tutto il team.  Si prevede un week-end di battaglia tra le rosse la scuderia di Milton Keynes. In ballo c’è la seconda posizione nella classifica costruttori e pure la terza e quarta in quella piloti. Bisogna attendersi tanta lotta in pista e dunque non ci rimane che aspettare. Domani partono i primi turni di prove libere, in vista della corsa di domenica.

 

Sebastian Vettel in conferenza da Hockenheim

Oggi Sebastian Vettel è intervenuto in conferenza stampa e ha parlato anche del recente addio di James Allison alla Ferrari. Queste le sue parole: “La squadra ha annunciato quanto è successo, non c’è molto da aggiungere. James è stato qui tanti anni e conosce la squadra. Chiaramente la sua partenza farà la differenza, ma nel breve tempo non influirà. Binotto ha esperienza”.

Il quattro volte campione del mondo ha fiducia nel team: “Abbiamo un gruppo impressionante di professionisti che sta lavorando a pieno ritmo per la monoposto della prossima stagione.  Ma si può migliorare anche quella del 2016, sarebbe un errore abbandonarla”. Successivamente il pilota ha parlato delle enormi aspettative che c’erano nei confronti della Ferrari quest’anno. In particolare il presidente Sergio Marchionne si era sbilanciato parecchio. Sebastian Vettel afferma: “Abbiamo le persone giuste. E’ normale che i media scrivano quelli che sono i suoi desideri. Lui guida la squadra ed è spesso a Maranello. E’ molto coinvolto e ciò è positivo. Anche Arrivabene fa un buon lavoro, siamo contenti di averlo con noi”.

Successivamente il ferrarista ha parlato delle prospettive per il GP di Germania: “Ci manca ancora qualcosa per raggiungere la Mercedes, qui a Hockenheim ci mancano probabilmente ancora quattro o cinque decimi al giro. Il nostro obiettivo deve essere quello di metterli sotto pressione. Nelle corse tutto può succedere e dobbiamo essere pronti”.