Alonso attacca Vettel: “Fu campione superando con bandiere gialle”

Sebastian Vettel Fernando Alonso
Sebastian Vettel e Fernando Alonso (©Getty Images)

Fernando Alonso critica Sebastian Vettel e sicuramente le sue parole faranno discutere. Il tema oggetto della sua considerazione è il comportamento da tenere in regime di bandiere gialle.

Un argomento molto discusso nell’ultimo Gran Premio d’Ungheria a Budapest. Infatti durante le Qualifiche ci fu un’investigazione della Commissione in merito alla condotta di Nico Rosberg. Il tedesco ha conquistato il tempo che gli è valso la pole position mentre tutti avevano rallentato, proprio a causa delle yellow flag. Nessuna sanzione, però. Il figlio d’arte ha dimostrato che aveva rallentato e solo in seguito ha aumentato il ritmo, quando non c’era più pericolo. Però nel paddock non sono state poche le critiche per la mancata penalità. Anche Sebastian Vettel ha espresso contrarietà per la decisione della Commissione.

Fernando Alonso attacca Sebastian Vettel

Fernando Alonso su questo tema dibattuto si è così espresso: “Ho 16 anni in Formula 1 e ogni due gare vi è una situazione di bandiere gialle. Non c’è mai stato alcun problema fino a quando non è successo a Rosberg – riporta Marca -. Per me tutto è chiaro, non ho bisogno di alcun chiarimento. I commissari sono quelli con più dati e che decidono. E’ sufficiente, niente più “. Poi lo spagnolo punzecchia Sebastian Vettel, ricordando un episodio avvenuto nel 2012 nel Gran Premio del Brasile a Interlagos, ultima gara del Mondiale: “Mi ricordo Vettel che superò Jean Eric Vergne in Brasile con bandiere gialle ed è stato campione del mondo…”.

Una frecciata tutt’altro che velata quella del pilota McLaren, che allora guidava la Ferrari. Non ha digerito l’aver perso quel titolo all’ultima gara, come non lo digerì neppure nel 2010. Anche se due anni prima ci fu un errore del box e nessuna scorrettezza. Per l’asturiano l’allora rivale della Red Bull avrebbe probabilmente essere sanzionato.

Comunque Fernando Alonso ha parlato pure della prossima corsa in Germania, ad Hockenheim. Queste le sue parole: “Cercheremo di fare un buon fine settimana e di essere di nuovo in zona punti. Credo che in Ungheria è stato finora il miglior fine settimana finora e dovremo cercare di seguire la stessa linea, mettere entrambe le vetture nella Q3 e cercare di ottenere punti. Sicuramente è un po’ più difficile per noi qui, perché conta il motore” .