MotoGP, Marc Marquez: “Rossi è più forte quest’anno”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez sempre più leader del campionato MotoGP 2016 dopo la gara del Sachsenring. Il successo dello spagnolo, unito ai flop dei suoi rivali, gli ha consentito di guadagnare un margine importante. L’obiettivo di vincere il terzo titolo nella classe regina del Motomondiale è più che mai realistico.

Adesso il vantaggio su Jorge Lorenzo è di 48 punti, mentre quello su Valentino Rossi di 59. Se il pilota Honda continuerà sullo stesso livello, il trionfo iridato non gli sfuggirà. Ovviamente non deve rilassarsi troppo, dato che mancano ancora nove gare alla fine e ci sono molti punti in palio. Però è normale che sia lui il favorito d’obbligo. Adesso il Mondiale è in vacanza e tornerà poco prima di metà agosto con il Gran Premio d’Austria, appuntamento che sembra essere molto favorevole alla Ducati. Nei test al Red Bull Ring le rosse sono volate davanti a tutti.

Marc Marquez su Valentino Rossi e il campionato

Il campione di Cervera ha parlato a RTVE e si è concentrato sulla seconda parte della stagione che inizierà tra meno di 20 giorni. Nonostante il grande gap, non si monta la testa: “Comincerò la seconda parte di campionato con questo vantaggio – riporta Marca -, però per me è lo stesso. Potrei commettere gli stessi errori che hanno fatto i miei rivali. Se hanno sbagliato piloti di livello come Rossi e Marquez, anche io potrei sbagliare”. Ovviamente lui farà in modo di non errare, dato che proprio la costanza è stato il suo punto forte.

“Mancano tante gare – dice Marc Marquez – e in alcune potrebbe piovere come Inghilterra, Giappone e Malesia. C’è il rischio di cadere, è un momento. E in un attimo ti possono recuperare 25 punti ed essere in lotta per il titolo. Alcuni dicono che ce l’ho già fatta, ma in realtà non ho ancora fatto niente”.

Il campione della Honda ci tiene a mantenere i piedi per terra e a non adagiarsi sugli allori. Il suo è un giusto atteggiamento, anche se ovviamente i rivali proveranno a mettergli pressione per indurlo a sbagliare. E lui ha a che fare con ossi duri del calibro di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

In particolare elogia il Dottore: “Quest’anno vedo Rossi più forte, penso che abbia più velocità rispetto all’anno scorso. Ma sono entrambi lì, perché Jorge è in crisi, ma non sarà la prima volta che attraversa una crisi e poi vince 5 gare di colpo”. Marc Marquez ha grande considerazione dei suoi avversari, sono fuoriclasse e dunque non può abbassare la guardia.

Quest’anno il 23enne di Cervera è maturato e ne è consapevole: “L’anno scorso ho imparato delle cose e ho visto che ci sono battaglie, ma alla fine ciò che conta è chi vince la guerra, e la guerra è la campionato”. Nel 2015 ha ragionato meno e spinto troppo, cadendo più volte. In questa stagione ha cambiato atteggiamento e mentalità. La scelta giusta, parla la classifica.