MotoGP Honda, Livio Suppo: “Per Marquez niente è impossibile”

Livio Suppo
Livio Suppo (©Getty Images)

Livio Suppo e la Honda stanno rivivendo una grande stagione grande a Marc Marquez. Nonostante la Yamaha sembrasse avere la moto migliore, il team è comunque riuscito a sfruttare al meglio le occasioni. E si ritrova in testa al campionato MotoGP 2016.

Certo, gli errori di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo hanno aiutato. Ma il campione di Cervera e la sua squadra hanno comunque svolto un ottimo lavoro. Hanno saputo tirare fuori il massimo da un mezzo non all’altezza di quello concorrente. Soprattutto a livello di elettronica e accelerazione c’è da migliorare. Però i 48 punti di vantaggio su Lorenzo e i 59 su Rossi fanno dormire sogni tranquilli. Ovviamente non c’è da adagiarsi, visto che mancano nove gare alla fine del campionato, però solo una crisi clamorosa può far perdere il titolo al pilota spagnolo e alla scuderia.

Livio Suppo esalta Marc Marquez

Livio Suppo in queste ore è tornato a parlare della gara del Sachsenring: “Le condizioni meteo erano molto instabili, quindi era difficile prevedere come sarebbe stata la gara. Marc aveva scelto il pneumatico anteriore più morbido, come Rossi e Lorenzo, ma non era l’ideale per il suo stile di guida. Ma è riuscito a sopravvivere alla prima parte di gara bene – riporta Speedweek – . Poi ha preso la decisione giusta ed è venuto al box al momento giusto. Purtroppo Dani non ha avuto lo stesso feeling del warm-up, ma ha comunque ottenuto un buon sesto posto”.

Il team manager Honda è ovviamente soddisfatto per quanto avvenuto in Germania: “Positivo è stato naturalmente la settima vittoria in Germania per Marc. Dobbiamo congratularci con lui, perché ha fatto un lavoro perfetto. I suoi meccanici sono stati grandi perché erano in grado di rimettere a posto la sua moto dopo la caduta nel warm-up. Dani ha mostrato di essere veloce tutto il fine settimana, però in gara non è andata come volevamo”. In questo momento Dani Pedrosa è quarto nella classifica generale a 74 punti dal compagno, un distacco pesante.

Infine Livio Suppo racconta come il box Honda ha vissuto la corsa: “Come sempre con una gara flag-to-bandiera vi era grande tensione al muretto. All’inizio della corsa era chiaro che Marc con il pneumatico anteriore aveva i problemi. Quando è arrivato per cambiare la moto, sapevamo che le condizioni della pista erano al limite. Era facile fare un errore. Ma lui non ha fatto errori e ha guidato verso una splendida vittoria. In queste condizioni è quasi impossibile prevedere il risultato finale, ma con Marc sappiamo che nulla è impossibile”.