MotoGP, Maverick Vinales: “Al Red Bull Ring serve potenza”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Un quinto e un settimo tempo per Maverick Vinales nei due giorni di test MotoGP in Austria. Al Red Bull Ring sono state le Ducati a farla da padrone. Distanti tutti gli altri.

Quello austriaco non sembra un tracciato particolarmente impegnativo, però la potenza conta molto. E quando si parla di cavalli e di velocità di punta la Ducati risponde ‘presente’. Invece per la Suzuki in circuiti così possono esserci maggiori difficoltà. Anche se va detto che le performance del pilota spagnolo non sono state peggio di quelle dei colleghi Yamaha. Dunque ciò può farlo ben sperare in ottica gara. Proprio al Red Bull Ring la MotoGP tornerà in pista poco prima di metà agosto. C’è molta curiosità di vedere se i valori espressi saranno quelli evidenziati dai test di questi giorni.

Maverick Vinales si è così espresso in merito al circuito austriaco: “Nel secondo giorno di test ho avuto più chiare le impressioni sul circuito. Il tracciato è molto bello anche se un po’ insolito. È la tipica pista dalle forti accelerazioni, intervallate da lunghi rettilinei e brusche frenate. Questo significa che chi ha più potenza sarà avvantaggiato nel GP e noi, quindi, dobbiamo lavorare in questa direzione”.

Il futuro pilota Yamaha a MotoGP.com ha confermato le sensazioni che si avevano avuto. La Suzuki sta lavorando per dare al proprio pilota un mezzo più competitivo possibile: “Abbiamo fatto dei miglioramenti, migliorato la trazione e travato soluzioni efficaci. Non sarà una gara facile, il nostro passo non è male e dovremo fare ulteriori passi per stare nelle posizioni di vertice”.

L’obiettivo del 21enen di Figueres è sempre quello di arrivare nei primi sei e ci riproverà. Contro delle Ducati così forti sarà più complicato, però è difficile fare previsioni esatte. La certezza è che Maverick Vinales cercherà di ottenere il massimo dalla sua moto.