F1, la smentita di Ross Brawn: “Mai contattato dalla Ferrari”

Ross Brawn
Ross Brawn (©Getty Images)

Il ritorno di Ross Brawn alla Ferrari non ci sarà. Il direttore tecnico dei giorni d’oro dell’era Schumacher ha infatti respinto anche il secondo tentativo della Scuderia di convincerlo a riabbracciare il mondo delle corse, anche se in modo meno coinvolgente rispetto al passato.

Nei giorni scorsi si era ventilato che Brawn, 61 anni, avrebbe avuto un ruolo da super-consulente del presidente Sergio Marchionne, che sabato potrebbe presentarsi in Ungheria e assistere alle Qualifiche, ma nemmeno questo abito tagliato su misura si adatta alle esigenze attuali dell’ingegnere.

Secondo quanto riporta Motorsport, tra l’altro, Brawn ha detto di non aver ricevuto proposte ufficiali da parte della Ferrari per tornare al Reparto Corse. Aggiungendo però che un ritorno in F1 non è comunque escluso…

Con queste parole l’inglese ha rotto il silenzio delle sue ferie da “pensionato”(da quando ha lasciato il team Mercedes alla fine della stagione 2013 si è dedicato al suo hobby principale, che è la pesca).

“Non ho avuto alcun contatto con la Ferrari – ha dichiarato ad Adam Cooper – Non ho avuto alcuna proposta, non ho piani per tornare in F.1”.

Tutto lascia pensare, a questo punto, che l’emissario che lo aveva cercato non era un uomo della Scuderia Ferrari… “Non c’è niente che mi abbia spinto a cambiare di nuovo il mio stile di vita, anche se non si può mai dire mai – ha aggiunto Brawn – . Ma non saprei cosa potrebbe farmi cambiare idea, a essere sinceri. La mia vita è piuttosto intensa, e non mi sembra di avere un giorno vuoto”.

La domanda che adesso si impone è: chi farà la monoposto del 2017? La Ferrari deve urgentemente predisporre un piano B: c’è già chi spinge per attivare in Gran Bretagna un’”antenna tecnologica” nella quale attirare alcuni di quei tecnici di valore che non sono interessati a venire a lavorare nel Belpaese. Ma l’idea non piace a Sergio Marchionne, soprattutto per motivi di orgoglio “ferrarista”… Mentre il team si prepara alla sfida dell’Hungaroring in cerca di un rilancio dopo la delusione di Silverstone, sarà bene prepararsi a nuove sorprese.