F1, Chris Horner: “Vettel potrebbe passare alla Mercedes”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel potrebbe lasciare la Ferrari”. La notizia è di quelle che fanno rumore, tanto più se arriva per bocca del suo ex team manager, Chris Horner.

Com’è noto, la Casa di Maranello sta attraversando un periodo piuttosto difficile: le problematiche a livello di assetto che consentono alla SF16-H di performare al meglio solo in finestre di utilizzo molto limitate sembrano ancora lungi dall’essere risolte, e a Silverstone la Rossa è risultata di fatto più staccata dal vertice rispetto allo scorso anno.

Oltre alle criticità a livello tecnico, c’è da rilevare che il cavallo di punta della scuderia, appunto Sebastian Vettel, è apparso decisamente frustrato negli ultimi weekend di gara, complici anche i ripetuti inconvenienti al cambio, con relative penalità per la sostituzione della trasmissione, che non hanno fatto altro che peggiorare una situazione già delicata a livello prestazionale.

Morale della favola, gli interrogativi sul futuro a medio termine del quattro volte campione del mondo cominciano a serpeggiare. A mettere una pulce all’orecchio della Ferrari è stato nelle ultime ore il team manager della Red Bull, Christian Horner, che di Vettel ha parlato con i media tedeschi.

“Mi sembra che Seb sia teso; per esperienza personale posso dire che ha bisogno di sentirsi bene per dare il meglio di sé – ha spiegato Horner, capo di Vettel dal 2009 al 2014 – . Non sono certo che apprezzi la pressione di Sergio Marchionne. Credo sia possibile che Seb passi nel 2018 alla Mercedes, se non dovessero esserci progressi in Ferrari”.

Se le cose stanno effettivamente così, allora il tedesco si troverebbe a guardare con interesse alla lotta fratricida tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg, nella prospettiva di conquistare al sole in Casa Mercedes.

Il britannico campione del mondo in carica della F1 ha infatti un contratto in essere fino al 2018, mentre il rinnovo fino al 2018 del contratto del suo team mate tedesco, in scadenza al termine di questa stagione, dovrebbe essere annunciato nel GP di casa, ad Hockenheim. Se la situazione tra i due rivali, già ingestibile ora, dovesse precipitare ulteriormente, ecco l’uno o l’altro alfieri della scuderia di Brackley potrebbe decidere di cambiare casacca. E, come vuole l’adagio, tra i due litiganti il terzo gode…