Multa record da 3 miliardi dall’Ue ai produttori di camion

Camion
Camion © Getty Images

La Ue ha deciso di comminare una multa da circa 3 miliardi di euro ad alcune delle maggiori aziende produttrici di camion delle intese illegali tra i vari marchi sul mercato dei mezzi di trasporto. Le società si sarebbero accordate sui prezzi di listino e sull’adozione di tecnologie sulle emissioni. Coinvolte la Man, la Volvo/Renault, Iveco, Daf. e la Daimler con quest’ultima che ha avuto la peggio dovendo pagare da sola circa 1 miliardo di sanzione. La più bassa è spettata alla Iveco che dovrà versare circa 500 milioni di euro, mentre non avrà spese la Man che ha denunciato l’illecito alle autorità di Bruxelles.

Tra i vari capi di accusa dal punto di vista economico-commerciale troviamo il coordinamento dei prezzi al livello delle liste all’ingrosso per mezzi medi e pesanti in Europa, la tempistica dell’inserimento delle nuove tecnologie per la riduzione delle emissioni dall’Euro 3 fino ad arrivare all’attuale 6, e la decisione di scaricare sui clienti le spese di quest’ultime.

L’illecito è stato portato avanti per ben 14 anni, a partire dal 1997 fino ad arrivare al 2011. Nelle ultime ore sono arrivate anche le parole del commissario per la Concorrenza, Margrethe Vestager, che ha fatto il punto sulla situazione che ha portato la Ue a comminare la sanzione da 2.926.499.000 euro: “Hanno fatto cartello anziché competere tra loro in chiara violazione delle regole Ue. Tutto questo ha portato – si legge su La Stampa – alla multa più alta mai comminata in un caso di questo tipo.

Tutte le compagnie hanno deciso di riconoscere le accuse mosse dall’Antitrust nei loro confronti, decisione che ha portato ad uno sconto del 10% dell’ammenda pecuniaria. L’importo totale andrà a finire nelle casse della Ue, diminuendo di fatto il contributo di tutti gli stati membri al funzionamento dell’Unione Europea. Queste le sanzioni economiche nel dettaglio.

Daimler: 1.008.766.000 euro
Daf: 752.679.000 euro
Volvo-Renault: 670.448.000 euro
Iveco 494.606.000 euro