Carlo Pernat
Carlo Pernat (© Getty Images)

Dopo il test al Red Bull Ring la MotoGP andrà in ferie fino al 12 agosto, quando si tornerà in pista sul circuito austriaco per la seconda parte del Motomondiale. Carlo Pernat ci svela qualche segreto sottobanco in vista del futuro.

Il manager ligure ha sempre creduto nel potenziale della Ducati e continua a farlo nonostante il suo pupillo Andrea Iannone dal 2016 sarà un pilota Suzuki. Carlo Pernat dalla pagina del suo profilo social scommette in una vittoria della Rossa a breve termine, forse già nel prossimo GP d’Aaustria, dove i lunghi rettilinei sembrano dare una marcia in più alla Desmosedici.

“Dopo il Gran Premio in Olanda e quello del Sachsenring posso assicurarvi che l’ingegner Dall’Igna ha definitivamente costruito una moto competitiva che poco o nulla ha da invidiare a Yamaha e Honda. Scommetto con voi che la Ducati vincerà un paio di Gran Premi in questa stagione. In due circuiti normalmente ostici la moto era fortissima sotto tutti i punti di vista. Pronto a incassare probabilmente già dal nuovo gran premio di Austria”.

Lorenzo in crisi?

Una scommessa che potrebbe essere ripagata a buon prezzo, ma su cui pochi tifosi sono pronti a scommettere. Marc Marquez potrebbe anche accontentarsi di un podio visto il grande vantaggio in classifica che non dovrà assolutamente bruciare con errori di nessun tipo. E al box di Jorge Lorenzo sembra che qualcosa non vada per il verso giusto…

“Penso che dietro questa crisi del piota spagnolo ci sia anche il comportamento della sua squadra – ha commentato Carlo Pernat -. Jorge ha firmato un biennale per la Ducati già ad inizio campionato. Sicuramente ha cercato di portare qualche suo meccanico nella squadra italiana e le discussioni sono state tante e forse anche troppe. Il risultato definitivo è che nessuno dei suoi meccanici storici, vedi Forcada, lo seguirà nella sua prossima avventura. Tutti sono professionisti ma lavorare con un pilota che sai già di non seguire la prossima stagione ti leva sicuramente degli stimoli. Poi immagino che questi tecnici stiano già parlando con Vinales che è il nuovo pilota Yamaha del 2017. Lo stesso Lorenzo parlerà con l’ing. Dall’Igna e credo che tutto ciò provochi confusione nel team Yamaha”.