Michelle Obama si dà al Karaoke in auto (VIDEO)

Michelle Obama e James Corden (foto Youtube)
Michelle Obama e James Corden (foto Youtube)

Bella, allegra, divertente. E anche intonata. E’ la Michelle Obama che improvvisa un karaoke e canta “Single Ladies” di Beyoncé mentre si trova in automobile in compagnia di James Corden. La first lady Usa, evidentemente divertita, accenna anche a un balletto….

Anche Michelle, dunque, si è fatta dunque contagiare dai carpool del presentatore inglese in onda sulla Cbs. Stasera infatti sarà la protagonista del Carpool Karaoke del Late Late Night Show.

Nel video promozionale si vede Corden, il conduttore inglese più amato degli States, che va a prendere la first lady alla Casa Bianca con il suo Suv. Michelle, come sempre spigliata, si lancia poi sulle note di Single Ladies (Put a Ring on It) di Beyoncé. E sul web è già partito il tormentone: I’m a First Lady, I’m a First Lady.

Nessuno (o quasi)si sarebbe immaginato che quel sedile dove si sono esibiti artisti come Adele, Jennifer Lopez, Justin Bieber, Chris Martin e molti altri, potesse ancora stupire con un ospite del calibro della “regina” della Casa Bianca. E invece James Corden ha stupito ancora… Va da sé che i fan del programma sono già in delirio, stando alle visualizzazioni su YouTube, volano già quota 4 milioni.

Michelle Obama, d’altra parte, è sempre stata una grande fan di Beyoncé, che per gli inquilini in scadenza alla Casa Bianca ormai è un’amica di famiglia. Dopo gli incontri pubblici e privati, gli inviti alle serate di gala, l’inno nazionale cantato da Queen Bey al giuramento di Obama, stavolta ha deciso di fare un passo in più: non solo la First Lady degli Stati Uniti apprezza Beyoncé e la ritiene un modello positivo per le ragazze di tutto il mondo, ma la omaggia cantando una delle sue canzoni più celebri.

L’occasione è stata ghiotta per il conduttore, per il pubblico e perfino per Michelle, che da quasi otto anni, come ammette lei stessa, non stava seduta davanti, al posto del passeggero. Comunque andranno le prossime elezioni presidenziale negli Stati Uniti, una cosa è certa: di Michelle e delle sue “performance” si sentirà la mancanza.