MotoGP, Paolo Beltramo: “Rossi perde occasioni, Marquez geniale”

Paolo Beltramo
Paolo Beltramo (©getty images)

Marc Marquez si conferma dominatore sul circuito del Sachsenring, Valentino Rossi sbaglia strategia gomme ad un passo dalla vittoria. Paolo Beltramo scrive le pagelle dei due campioni sul sito Redbull.it.

La vittoria in Germania ha spinto a largo Marc Marquez verso il titolo mondiale della MotoGP, avvicinandosi al quinto iridato in carriera, il terzo nella classe regina. 48 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo, 59 su Valentino Rossi, quando mancano nove gare al termine del campionato. Eppure il GP del Sachsenring era partito davvero male per lo spagnolo della Honda che, dopo essere partito dalla pole, ha dovuto cedere posizioni giro dopo giro.

“Poi l’illuminazione, l’intuizione geniale: fermarsi presto, al 18° giro e uscire con la seconda moto gommata da asciutto – ha riepilogato Paolo Beltramo -. Un paio di giri per capire bene dove la pista era ancora umida e dove no, poi una galoppata trionfale con gli altri che perdono secondi a manciate, si fermano dopo sei giri, e il fenomeno della Honda che stravince una gara difficilissima… E ora il mondiale, a metà strada, ce l’ha in mano lui”.

 

La pagella di Rossi

Valentino ha dimostrato di poter essere ancora una volta il più veloce, sia sull’asciutto che sul bagnato, ma la sfortuna si è accanita contro di lui. Da aggiungersi una buona dose di caparbietà che lo ha spinto a ritardare la moto, facendo la gara più su Dovizioso che su Marquez: “Valentino Rossi quest’anno è decisamente veloce, forse il più veloce, ma perde occasioni una dietro l’altra, manco la sua statuaria solidità sia diventata eterea, leggera, fragile”, ha aggiunto Paolo Beltramo.

“È entrato ai box, in ritardo forse, ma insieme a Crutchlow e Dovizioso, alla fine ha chiuso ottavo a quindici secondi dai due. Essendo la sua la prima delle Yamaha al traguardo e considerando che Lorenzo ha finito quindicesimo a un minuto e 17” da Marquez forse c’è un problema anche della moto nello sfruttare le gomme (nel suo caso intermedie) in queste situazioni. Se non fa caldo – ha concluso – son crauti amari!