MotoGP, Guido Meda: “Caro Valentino, ti devi fidare”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Cos’è mancato a Valentino Rossi ieri, durante il Gran Premio di Germania al Sachsenring? Coraggio, sangue freddo, lungimiranza? No, secondo Guido Meda, celebre voce e volto di Sky, autorevolissimo commentatore della MotoGP e profondo conoscitore (e ammiratore) del Campione di Tavullia, gli sarebbe bastato avere un po’ di fiducia in più per non commettere quell’errore strategico che ha pregiudicato la sua gara.

Commenta il round tedesco del Motomondiale di Rossi e del ducatista Andrea Dovizioso, Meda ha infatti rimarcato che bisogna fidarsi di più degli uomini ai box. E’ questa, a suo avviso, la lezione da trarre dallo spettacolo andato in scena ieri pomeriggio sul tracciato di Germania, spettacolo che ha visto ancora una volta Marc Marquez, che con la sua Honda allunga sempre più le distanze dai suoi diretti rivali, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, in evidente difficoltà.

Un errore di strategia, quello del Campione di Tavullia, che sicuramente gli costerà caro in ottica di Campionato, e che lascia l’amaro in bocca a tutti i suoi tifosi. Il pilota Yamaha non è riuscito infatti ad andato oltre l’ottavo posto finale. L’errore nel calcolare il rientro e la sfortuna della prima parte di stagione lo relegano quindi al terzo posto in classifica, a meno 59 dal Fenomeno di Cervera, leader del Mondiale.

Secondo Guido Meda, “Marquez oltre a essere stato fenomenale in pista, è stato anche molto intelligente”. Quanto a Rossi e Dovizioso, invece, “ribadisco che non deve essere facile per niente fidarsi, però lo devi fare, al box ci sono persone che ragionano per te. La differenza tra i due è stata che Dovizioso si è trovato subito con la nuova gomma, Valentino non ci si è ritrovato per niente e ha perso posizioni”. “E’ stato un errore non tattico, ma di valutazione individuale dei piloti in sella”, ha concluso il commentatore di Sky.