Mick Doohan: “Honda ha tenuto Pedrosa per accontentare Marquez”

Marc Marquez e Dani Pedrosa
Marc Marquez e Dani Pedrosa (©Getty Images)

Dani Pedrosa è un buonissimo pilota e questo nessuno lo può mettere in dubbio. Però va detto che da quando è in MotoGP, ovvero dal 2006, non ha mai vinto un titolo mondiale.

Nonostante abbia sempre guidato la moto ufficiale del team Repsol Honda, non è riuscito a conquistare l’obiettivo più prestigioso. Ha visto trionfare compagni di box come Nicky Hayden, Casey Stoner e Marc Marquez. Lui niente. Ha avuto le sue chance, però le ha sprecate. Qualche infortunio di troppo gli ha certamente precluso la possibilità di vincere la corona iridata. Parliamo di un pilota che in questi anni si è fatto male molte volte e ha pure saltato delle gare. Ovviamente cadere dalla propria moto è spesso una colpa. Ma va detto che c’è anche il ‘fattore sfortuna’ che a volte colpisce. Infatti lui nelle sue cadute ha sovente finito per subire danni fisici di rilievo, cosa non avvenuta ad altri colleghi.

Molte volte ci si è interrogati sul fatto che Dani Pedrosa meritasse ancora di guidare nel team ufficiale Honda. Altri piloti, non vincendo, sono stati allontanati in passato. Lui invece continua ad essere confermato. Sicuramente i vertici della scuderia lo ritengono un affidabile secondo, capace di portare a casa punti importanti per la classifica costruttori. Però è evidente che il rider di punta sia Marc Marquez. Anche se non lo diranno mai, ma in Honda ci sono una prima guida e una seconda. Per fare un parallelo con la Formula1 potremmo paragonare l’era di Michael Schumacher in Ferrari, dove era chiaro che lui fosse la punta di diamante rispetto ai vari Eddie Irvine, Rubens Barrichello e Felipe Massa.

Mick Doohan, uno che ha vinto 5 titoli consecutivi nella classe 500, lancia un duro attacco. A Motorsport ha infatti dichiarato: “Non posso avere un’idea esatta dello scenario, però sono convinto che se Pedrosa è restato è perché c’è una ragione strategica dietro. Dani è stato un buon numero due per anni, ma purtroppo non ha vinto un titolo. Può rispondere alla volontà di mantenere Marc felice”.

In pratica Doohan spiega che la Honda ha deciso di non creare problemi a Marc Marquez affiancandogli un collega che potesse mettere in discussione la sua leadership nel box. Dani Pedrosa in fondo è un buon pilota e all’interno del team ha saputo farsi volere bene in questi anni. E’ apprezzato per la sua serietà e il suo impegno nel lavoro. Però il 3oenne di Sabadell non ha mai impensierito il compagno in pista.