Lamborghini Huracan della Polizia: missione sanitaria contro il tempo

photo da video
photo da video
“Ecco a cosa serve la Huracán che abbiamo donato alla Polizia di Stato”. Così scrive in un post sui social network il marchio Lamborghini che condivide un video delle forze dell’ordine che ritraa la supercar con livrea della Polizia in azione per la consegna di organi umani.

La Lamborghini Huracan ha fatto il suo debutto sul mercato da oltre due anni ed è subito stata richiestissima in tutto il mondo, ad un prezzo base di 200 mila euro. Il brand di sant’Agata Bolognese ha regalato un esemplare alla Polizia di Stato che dimostra il fine della vettura onde evitare critiche affrettate e semplicistiche.

“Donazione samaritana di organi innesca una catena di trapianti incrociati di rene da vivente. È il secondo caso nel nostro Paese che si è concluso in questi giorni – si legge in un posto su Facebook da parte della PdS -. Una donna di 60 anni, senza alcun legame affettivo con i riceventi, ha deciso di donare un proprio rene a scopo di trapianto per salvare la vita di un paziente, permettendo così a 3 coppie di donare e ricevere un rene. La Polizia di Stato ha assicurato il trasporto degli organi nel rigoroso rispetto dei tempi tecnici prefissati per ciascun ospedale (presenza dell’equipe chirurgica e disponibilità della sala operatoria)”.

Un’impresa umana che viaggia sul sottilissimo filo del tempo: “Tre i centri in cui sono stati prelevati i quattro reni, tre i centri di trapianto che hanno ricevuto gli organi donati, 4 équipes e circa 55 persone coinvolte tra medici, infermieri, rianimatori, operatori della Polizia di Stato, che ha assicurato il rapido trasporto degli organi con personale della Polizia Stradale a bordo della Lamborghini Huracan, percorrendo circa 1.000 km. La Polizia Stradale è costantemente impegnata per le esigenze relative all’assistenza sanitaria – si precisa nel post -: nel 2015 sono state 170 le richieste di assistenza su tutto il territorio nazionale, che hanno comportato l’impiego complessivo di 566 pattuglie”.