MotoGP, Jorge Lorenzo: “Posso ancora vincere il titolo”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo è, con Valentino Rossi, il grande sconfitto del Sachsenring. Giunto solo 15° sul traguardo, è piombato a ben 48 punti in classifica dal vincitore Marc Marquez. Adesso per lui rivincere il titolo è difficile.

Mancano nove gare al termine del campionato MotoGP 2016, però il ritardo è davvero notevole ora. Inoltre il pilota della Honda quest’anno sembra quasi infallibile. Sbaglia poco e ottiene sempre il massimo. A volte è riuscito ad andare anche oltre la competitività della sua moto e conquistare punti pesanti in gare che non lo vedevano favorito. Per cambiare le sorti di questo Mondiale servirebbe davvero una svolta clamorosa. Al momento ci sembra improbabile che essa avvenga, però sappiamo che nella vita quasi niente è impossibile. Dunque non ci rimane che continuare a seguire la stagione e le sue evoluzioni con molto interesse.

Jorge Lorenzo crede ancora nel titolo

Nonostante il gap dal connazionale, Jorge Lorenzo pensa ancora di poter vincere il titolo MotoGP. Nell’intervista ripresa dal Mundo Deportivo lo ha ribadito: “Mancano nove gare e siamo a meno di 50 punti. Possono succedere molte cose, soprattutto in questo campionato con nuova elettronica e nuovi pneumatici”.

Lo spagnolo ha così proseguito: “Ci sono più errori del solito e dobbiamo continuare ad avere fede. Ma soprattutto credo di poter migliorare, lavorare ed essere più competitiva. Non mi aspettavo così tante difficoltà per essere competitivi con la Michelin in circostanze anomale”.

Sulla gara spiega: “Rispetto alle libere, a inizio gara ero piuttosto competitivo. Non perdevo 3-4 secondi, ma 1 e mezzo rispetto al più veloce. Potevo lottare con il secondo o il terzo gruppetto. Però quando la pista ha cominciato ad asciugarsi ho avuto sensazioni peggiori. Si è complicato tutto. In condizioni speciali con umido e freddo in questo momento non sono forte. Il fine settimana è stato disastroso per molti motivi. Le cadute, che hanno ritardato la ricerca della migliore messa a punto, e le condizioni che non sono le migliori per me in questo momento”.

Jorge Lorenzo guarda avanti e indica la strada per uscire dalla crisi: “Si deve lavorare e essere umili per sapere ciò che ci accade, per essere completi, per essere veloce in tutte le condizioni e capire quello che mi serve per non soffrire così tanto in queste condizioni, dobbiamo fare qualcosa. Qualcosa deve essere fatto, ne ho bisogno e non so se darà risultati, ma sarà sempre meglio che non fare nulla e allenarsi solo in palestra in attesa che si risolva senza fare nulla”.