Ferrari, torna Ross Brawn? Pronto un incarico speciale

Ross Brawn
Ross Brawn (©Getty Images)

Ross Brawn è stato uno degli artefici dei successi della Ferrari nell’era Schumacher. Cinque titoli mondiali consecutivi conquistati dal tedesco e sei costruttori dalla scuderia. Un’epopea indimenticabile.

A fine 2006 l’ingegnere britannico lasciò Maranello. Prima prese un anno sabbatico, poi tornò in Formula1 con Honda. Tuttavia nel 2009 rilevò il team dai giapponesi, decisi a uscire di scena, e conquistò il titolo. La sua Brawn GP motorizzata Mercedes vinse il titolo con Jenson Button, il cui compagno era Rubens Barrichello. A fine stagione vendette la struttura alla Mercedes e vi rimase a lavorare fino al 2013 come team principal.

Tuttora è libero e sembra che la Ferrari lo voglia riportare a casa. Secondo quanto rivelato da Motorsport, nella rivoluzione che ha in mente Sergio Marchionne rientrerebbe anche l’ingaggio del 62enne nato a Manchester. Per lui è pronto un incarico da consulente speciale. Un emissario della scuderia lo avrebbe incontrato a Forte dei Marmi, dove è in vacanza. Una prima offerta era stata già rifiutata tempo addietro. Non per problemi di soldi, ma di tempo. Infatti Ross Brawn non intende tornare a girare il mondo. Però direbbe sì all’idea di divenire un consigliere del presidente e di Maurizio Arrivabene. Potrebbe quindi indirizzare gli investimenti e il lavoro della squadra.

La Ferrari per tornare a vincere vuole affidarsi a una figura di esperienza e competenza. L’ingegnere britannico può essere l’innesto ideale. Ha ancora ottimi rapporti dalle parti di Maranello e un suo ritorno sarebbe ben accolto. I suoi consigli possono tornare utili a una scuderia che ha inaspettatamente fallito questo campionato 2016. Doveva essere l’anno del definitivo rilancio e della lotta per il titolo con la Mercedes. Così non è stato e adesso la Red Bull minaccia pure la seconda posizione. Vedremo se prossimamente Ross Brawn verrà effettivamente ingaggiato da Sergio Marchionne.